Le opzioni binarie sono una truffa

11 febbraio 2017 18:580 commentiVisualizzazioni: 213

Chi ha la passione per le operazioni binarie e trae da queste un reddito, certamente rimane sconcertato quando sente parlare di opzioni binarie truffa. Questa voce si è diffusa per ignoranza, per incapacità di guardare positivamente al futuro, o addirittura per sfiducia.

Ma certamente parlare di truffa, è una falsità oltre che inutile, anche dannosa perché chi motiva i propri redditi con queste operazioni potrebbe desistere dal farlo. Tutti sono pregati di seguire questo articolo per capire che chi ha diffuso questa voce sicuramente ha dei tornaconti personali.

Perché si è diffusa questa voce?

Prima di tutto c’è da parte di chi scrive, che le operazioni binarie sono un bluff, che in primis non conosce e non sa cosa sono. Così per dar valore alle proprie tesi compare su Internet ed inizia a dire cose non vere sull’argomento e sui broker di riferimento.

Secondo questi tipi, il broker è una persona che ti fa fare soldi con rendimenti e depositi di denaro, così a braccia piegate si compie la magia e via si accumulano soldi oppure come per le scommesse si punta e ci si ritrova con 10mila euro al mese.

Ma sicuramente solo nella fantasia, perché all’atto pratico è scontato che chi guadagna tale somma con le opzioni binarie sa che non sono un gioco, ma sono uno strumento finanziario e che i trader sono degli investitori che possono lucrare sia sulla salita che sulla discesa dei prezzi a prescindere dal valore delle azioni, delle obbligazioni, della valuta, dell’indice e della materia prima.

Con un semplice click si può entrare nel mercato finanziario ma la prima tappa deve essere la scelta dell’opzione binaria. Poi si può passare a guadagnare dal 70 al 75% di ciò che si è investito il tutto guidato da un certo tipo di asset ed in un limitato lasso di tempo.

Inoltre ci sono opzioni binarie in vendita e in acquisto. Così si lavora seriamente invece ci sono persone che agiscono in malafede anzi queste meritano l’attenzione della magistratura. Addirittura portano avanti tesi che rivelano che alla base non c’è alcuna preparazione.

E proprio perché impreparati denigrano il prodotto ma la cosa più sconcertante è che vendono sui loro siti corsi costosissimi di migliaia di euro per imparare a fare “trading online”.

La loro intelligenza viene danneggiata dalle stesse opzioni binarie che tanto denigrano perché queste opzioni si basano proprio sul trading intuitivo e non improvvisato che loro hanno e poi si permettono di sparlare delle opzioni primarie come truffa o fregatura.

Eppure il sistema che basa tali opzioni è chiarissimo, si può fare trading prevedendo in che direzione si muoverà il prezzo di un asset quindi basterà prevedere non l’entità del movimento del prezzo, ma la direzione che prenderà: se l’opzione scade e la previsione è stata corretta si è in money, se non è corretta si è out money.

Questa è la base dei principali broker che sanno che tale opzione chiamata binaria o digitale è un’opzione dove il guadagno è limitato ad un ammontare fisso. Altro non è che una scommessa su un certo andamento di un titolo che potrà essere a ribasso o a rialzo in breve o medio termine.