Contratto di affitto – Clausola di cedolare secca

20 marzo 2013 17:050 commenti

casaChe cos’è la cedolare secca

Il regime di cedolare secca è un nuovo regime di tassazione dei redditi derivanti dalla locazione di immobili ad uso abitativo e relative pertinenze introdotto a partire dal 2011 attraverso il  D. Lgs. n. 23 del 7 Marzo.

La sua adesione è facoltativa e la decisione spetta al locatario.

I vantaggi della cedolare secca

I locatari che aderiscono al regime di cedolare secca sono esonerati dal pagamento:

dell‘imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef);

dell’imposta di bollo sul contratto di locazione che ammonta a 14,62 per ogni foglio;

dell’imposta di registro dovuta sul contratto di locazione che ammonta al 2% del canone pattuito.

Come aderire al regime di cedolare secca

I locatari che intendono aderire al regime di cedolare secca devono darne comunicazione al conduttore oppure, se si tratta di contratti nuovi e si vuole essere esonerati dall’invio di comunicazioni, sono tenuti all’inserimento tra le clausole contrattuali di un’apposita clausola.

Da questo post potrete scaricare un fac – simile contenente il testo della clausola contrattuale da inserire.

Scarica il modulo