Adeguamento del fabbisogno

Uno dei fattori che mettono in atto le previsioni, nonché le variazioni alle previsioni di spesa.

5 Marzo 2013 23:520 commentiVisualizzazioni: 708

bilancio dello statoL’adeguamento del fabbisogno si configura come uno dei fattori che mettono in atto le previsioni, nonché le variazioni alle previsioni di spesa. In questo contesto gli altri fattori sono i fattori “legislativi” nonché gli “oneri inderogabili”.

L’adeguamento del fabbisogno si fonda su statuizioni generiche delle leggi di spesa relative ad Amministrazioni statali, o attributive loro di nuove funzioni, e concerne, in genere, l’adeguamento delle dotazioni finanziarie necessarie per il loro funzionamento.

Queste statuizioni stabiliscono la tipologia della spesa da considerare in bilancio, pur indicando, incidentalmente, anche il “quantum”, il quale può essere variato senza ricorrere ad una successiva disposizione legislativa. Le spese per adeguamento del fabbisogno rappresentano la fascia degli oneri sulla quale può esercitarsi una certa discrezionalità, derivando essa da valutazioni delle Amministrazioni.