Assegno troncato

29 marzo 2013 15:440 commentiVisualizzazioni: 10762

ACCORDO CONTRATTO FIRMA INTESAQuando siamo in presenza di una spillatura (comunemente nota anche come “troncatura”) siamo in presenza di un assegno che tecnicamente non è più valido, ovvero di un assegno che ha terminato di circolare. Per rendere spillato un assegno occorre tagliarne l’angolo superiore sinistro, operazione che normalmente svolge la banca stessa.

Un tempo la troncatura permetteva anche di identificare agevolmente gli assegni che venivano trasferiti dalla stanza di compensazione in c.d. “prima presentazione”, ancora integri, da quelli negoziati in prima presentazione con la procedura telematica (detta per questo anche “check truncation“, attualmente utilizzabile – salvo eccezioni – solo per gli assegni bancari di importo inferiore a 3.000,00 Euro e per gli assegni circolari di qualsiasi importo), che in “seconda presentazione” erano, appunto, troncati, cioè tagliati nell’angolo superiore.

Al giorno d’oggi, nel sistema bancario tutti gli assegni sono troncati al momento della negoziazione allo sportello, senza differenziare tra quelli che potranno essere negoziati in “check” da quelli che invece, oltrepassando i limiti di importo della procedura telematica, dovranno essere obbligatoriamente negoziati in stanza di compensazione.

Questa scelta e’ stata dettata da motivi di sicurezza, al fine di impedire la rinegoziazione di assegni già incassati.

Check Truncation

La check truncation stabilisce che la banca negozi l’assegno senza inviarlo materialmente alla banca indicata sul titolo per il pagamento, soffermandosi esclusivamente su un invio di dati tramite mezzi informatici.