Banca Centrale Europea (BCE)

La BCE ha il compito di provvedere all'attuazione della politica monetaria per i diciassette Stati dell'Unione europea.

27 marzo 2013 11:510 commentiVisualizzazioni: 599

BCE EUROPALa Banca centrale europea (rappresentata dalle sigle “BCE” o “ECB – European Central Bank”, in lingua inglese) altro non è che la Banca centrale che ha il compito di provvedere all’attuazione della politica monetaria per i diciassette Stati dell’Unione europea. Tali Stati, è opportuno ricordarlo, hanno aderito all’Euro e costituiscono la cosiddetta “Zona euro” o “area dell’euro“. A partire dal primo di gennaio del 2011, gli stati in questione sono i seguenti: Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia e Spagna.

Storia della Banca Centrale Europea

La BCE è stata fondata in base al Trattato sull’Unione europea e in virtù dello “statuto del sistema europeo di banche centrali e della Banca centrale europea”, il primo di giugno del 1998; mentre ha iniziato ad essere attiva a partire dal primo di gennaio dell’anno seguente. E’ diventata funzionale nel momento in cui tutte le funzioni di politica monetaria e del tasso di cambio delle allora undici banche centrali nazionali sono state trasferite presso la BCE. Nella medesima data sono stati stabiliti irrevocabilmente i tassi di conversione delle monete nazionali rispetto all’euro. Oltre a ciò, in base ai sensi del diritto pubblico internazionale, la Banca ha propria personalità giuridica autonoma.

L’8 dicembre 2011 la BCE ha deciso per varie misure che prescindevano dall’ordinario: ha erogato fondi, mediante aste a tasso fisso ed a piena aggiudicazione, con scadenza a 36 mesi, invece dell’usuale settimana. Inoltre il Consiglio direttivo ha deciso di abbassare temporaneamente il coefficiente di riserva obbligatoria dal 2 all’1%.[2]

La BCE può emanare decisioni e formulare raccomandazioni e pareri non vincolanti. Deve inoltre essere consultata dalle altre istituzioni dell’Unione per progetti di modifica dei trattati che riguardino il settore monetario, oltre che per ogni atto dell’Unione riguardante materie di sua competenza.

Gli acronimi di BCE per ogni Paese membro

BCE: Banque centrale européenne (francese), Banco Central Europeo (spagnolo), Banca centrale europea (italiano), Banco Central Europeu (portoghese), Banc Ceannais Eorpach (gaelico);

BĊE: Bank Ċentrali Ewropew (maltese)

ECB: European Central Bank (inglese), Europæiske Centralbank (danese), Europese Centrale Bank (olandese), Europeiska centralbanken (svedese), Evropska centralna banka (sloveno), Európska centrálna banka (slovacco);

EZB: Europäische Zentralbank (tedesco);

SBE: Seðlabánki Evrópu (islandese);

ΕΚΤ: Ευρωπαική Κεντρική Τράπεζα (greco);

EKP: Euroopan Keskuspankki (finlandese), Euroopa Keskpank (estone).