Capitale

Capitale è uno dei termini maggiormente utilizzati in economia e in finanza. Una sua definizione molto semplice lo identifica come il valore dei redditi presumibilmente realizzati da una società, calcolato in base ad preciso tasso di interesse.

15 Novembre 2012 20:160 commentiVisualizzazioni: 20

 Il termine capitale viene utilizzato in diverse accezioni. Il suo utilizzo principale è quello che definisce la ricchezza finanziaria necessaria per la messa in opera di una società o per la sua estensione. In  questo caso, quindi, si tratta di un capitale fisico, fatto di denaro e strumenti, che servono per avviare e accrescere la produttiva di una società (in questo caso, poi, si parla di capitale produttivo).

Usare il termine capitale in questo senso significa usare un’abbreviazione di una terminologia più specifica (capitale reale, beni di capitale, mezzi di produzione). Esistono molti altri usi del termine capitale, vediamoli nel dettaglio.

Capitale sociale: in finanza e diritto commerciale indica l’ammontare dei conferimenti in denaro o in natura dei i soci (o del socio accomandatario) di una società in accomandita semplice.

Capitale fisico: indica le risorse (finanziarie, strumentali, immobiliari etc) che vengono utilizzati per la produzione e la vendita.

Capitale fisso: beni durevoli che sono una fonte di reddito di un’attività produttiva (investimenti a lungo tempo di recupero).

Capitale circolante: investimenti a breve tempo di recupero.

Capitale umano: investimenti per la conoscenza e l’educazione, suddiviso in:

– capitale sociale: indica il valore del rapporto di fiducia tra gl iindividui che fanno parte dello stesso sistema economico;

– capitale individuale: indica ciò che ogni individuo può offrire per l’economia.


Abbiamo parlato di: