Capitalizzazione

Termine molto usato nel mondo della Borsa e della finanza, la capitalizzazione di una società quotata determina la liquidità del titolo borsistico.

3 Dicembre 2012 19:000 commentiVisualizzazioni: 49

La capitalizzazione è un indicatore molto usato nel mondo della finanza e definisce il valore di mercato delle azioni di una determinata società quotata in borsa. La sua importanza deriva dal fatto che il valore di mercato di un titolo può anche differire di molto dal suo valore nominale, ma, per quanto riguarda le transazioni finanziarie, è quello di mercato il più importante.

La capitalizzazione di una società si ottiene moltiplicando il numero delle azioni totali del capitale sociale per il loro prezzo di mercato. Attraverso questa operazione si definisce anche, e soprattutto, il grado di liquidità del titolo di quella società, ossia la facilità con cui questo può essere venduto ad altri investitori (più un titolo è facilmente liquidabile, più saranno gli investitori che faranno offerte per il suo acquisto).

Alla capitalizzazione di borsa si affianca anche un altro utilizzo del termine capitalizzazione, la capitalizzazione flottante, ossia la quantità di azioni di una determinata società (che può essere più o meno piccola) che non viene tenuta dormiente dai principali azionisti ma che viene scambiata nei mercati.

In base alla valore della capitalizzazione le società quotate si dividono in diverse categorie, chiamate large caps  e small caps. Le società a grandissima capitalizzazione sono chiamate Blue chips.