Conti Consolidati dei Settori “Statale” e “Pubblico”

Sono in grado di consolidare le operazioni di bilancio degli enti che rappresentano i settori cui sono intestati.

7 Marzo 2013 18:460 commentiVisualizzazioni: 83

contiI conti consolidati del settore ‘Statale’ e del settore ‘Pubblico’ si configurano come conti che, con riferimento alla gestione di cassa, sono in grado di consolidare le operazioni di bilancio degli enti che rappresentano i settori cui sono intestati.

Tali conti vengono redatti dal Tesoro (articolo 30 della legge n. 468 del 1978) per essere inseriti nella Relazione trimestrale di cassa (vedi “Relazione di cassa”), nei documenti di previsione (quali ad esempio, Documento di programmazione economico-finanziaria) e di consuntivo (come per esempio, Relazione generale sulla situazione economica del Paese).

I conti consolidati del settore ‘Statale’ e del settore ‘Pubblico’ forniscono una visione unitaria degli effetti dell’azione pubblica, programmata o eseguita, in relazione all’evoluzione delle componenti sia reali che finanziarie del sistema economico, con riferimento anche alla necessità di controllo della liquidità.

Conti pubblici consolidati

In merito ai conti pubblici consolidati, possiamo dire che ssi possono risultare di competenza e di cassa a seconda che riguardino il consolidamento delle operazioni gestionali, rispettivamente di competenza e di cassa, di due o più enti ed organismi pubblici che possono essere connessi da reciproci rapporti debitori e/o creditori che, per effetto del consolidamento, vengono in tali conti eliminati.