Home Ebit

    Ebit

     Dal punto di vista finanziario il risultato ante oneri finanziari o anche reddito operativo aziendale si configura come l’espressione del risultato aziendale che precede le imposte e gli oneri finanziari.

    È molto utilizzato, in questo caso, l’acronimo inglese EBIT, il quale proviene dall’espressione “Earnings Before Interests and Taxes“.

    L’EBIT rappresenta il reddito che l’azienda è capace di generare prima della remunerazione del capitale, contemplando con questo termine sia il capitale di terzi (indebitamento) sia il capitale proprio (patrimonio netto).

    Nella formulazione degli indici di bilancio è utilizzato al fine di ottenere il ROI (Return on investment, dato da EBIT / Capitale Investito Netto). Il ROI è l’espressione, dunque, della redditività dei capitali complessivamente investiti in azienda, a prescindere dalla loro provenienza.

    L’EBIT viene spesso collegato con il margine operativo netto (o MON), ma non coincide concettualmente con quest’ultimo: oltre alle componenti di reddito operative, esso rappresenta infatti gli oneri ed i proventi che derivano da gestioni accessorie. Volendo fare un esempio, l’EBIT comprende dunque la gestione di immobili ad uso civile per un’impresa manifatturiera) e i proventi finanziari provenienti dalla cosiddetta gestione finanziaria attiva.

    Come si calcola l’EBIT

    Il calcolo dell’EBIT può essere sintetizzato nella seguente formula:

    EBIT = MON + PGA – OGA + PFIN

    Nello specifico:

    PGA = proventi delle gestioni accessorie

    OGA = oneri delle gestioni accessorie

    PFIN = proventi della gestione finanziaria attiva

    Nelle imprese che non hanno né gestioni accessorie né una gestione finanziaria attiva, l’EBIT coincide con il risultato operativo o reddito operativo o margine operativo netto (MON).

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui