Etf (Exchange Traded Fund)

Gli ETF, sigla di "Exchange Traded Funds", rappresentano una forma specifica di fondo comune d'investimento o Sicav

12 marzo 2013 18:170 commentiVisualizzazioni: 34

fondi di investimento chiusiGli ETF, sigla di “Exchange Traded Funds”, rappresentano una forma specifica di fondo comune d’investimento o Sicav. Le quote degli Etf vengono negoziate in Borsa in tempo reale, come se a tutti gli effetti si trattasse di un’azione, mediante una banca o attraverso qualsiasi intermediario autorizzato. Tale strumento finanziario viene scambiato al prezzo di mercato in qualsiasi momento della giornata borsistica.

Per quanto riguarda i fondi comuni, invece, la loro valorizzazione accade solo al termine della seduta.

Gli Exchange Traded Funds si pongono un solo obiettivo d’investimento: replicare in maniera passiva alla composizione ed al rendimento di un indice di mercato (azionario, settoriale, geografico, obbligazionario) detto anche benchmark: quando uno dei componenti del benchmark viene rilevato anche la corrispondente attività finanziaria all’interno del fondo viene rimpiazzata.

Pertanto, gli ETF rappresentano una via di mezzo tra un’azione ed un fondo e permettono di utilizzare i punti di forza di entrambi questi mezzi.

Comprando un Exchange Traded Fund, infatti, si ha la possibilità di realizzare la diversificazione e la riduzione dei rischi tipica di un fondo d’investimento e la flessibilità e trasparenza informativa tipica della negoziazione in tempo reale delle azioni. Malgrado questo, gli ETF rimangono dei prodotti ad alto profilo di rischio, in quanto legati all’andamento del mercato azionario.