Home Fondi speculativi (Hedge Funds)

    Fondi speculativi (Hedge Funds)

     I fondi speculativi (traduzione dall’inglese “hedge funds”) sono detti anche fondi hedge.

    Tali fondi nascono negli Stati Uniti negli anni cinquanta. La nozione di “finanza creativa” è spesso associata alle operazioni speculative che questi fondi possono permettere. Il primo fondo hedge fu creato nel 1949 dal sociologo e giornalista finanziario, di origine australiana, Alfred Winslow Jones.

    La legge statunitense statuisce che gli investitori abbiano un patrimonio di almeno un milione di dollari o entrate nette per oltre 200.000 dollari. Il numero dei soci non può essere superiore a 99.

    I fondi speculativi si caratterizzano per:

    – l’utilizzo di tecniche e strumenti di gestione avanzati, spesso non utilizzabili dai fondi comuni (o direzionali) per motivi regolamentari;

    – la struttura commissionale, fondata su una commissione di gestione annua ed una commissione di performance (tipicamente rispettivamente pari a 2% e 20%);

    – l’investimento nel fondo speculativo di una quota rilevante di capitale per mano dei gestori.

    Storia

    Il più famoso fallimento di un hedge fund va ricercato nel Long-term capital management (Ltcm), creato nel 1994, per il quale due matematici, Myron Scholes e Robert Merton, definirono nei dettagli un modello economico moltiplicatore di perdite e guadagni, ottenendo per questo il premio Nobel per l’economia nel 1997.

    In virtù del meccanismo messo a punto dai due matematici, nei primi due anni di vita l’Ltcm aveva elevato dell’80% la sua dotazione iniziale.

    Nel 1998, però, con andamenti ribassisti anche lievi, il fondo aveva praticamente azzerato la sua liquidità, e venne per questo successivamente svenduto dal Tesoro statunitense

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui