Globalizzazione

Mercati, produzioni, consumi e anche modi di vivere e di pensare sono legati tra loro su scala mondiale all'interno di un continuo flusso di scambi.

16 febbraio 2013 11:550 commentiVisualizzazioni: 91

ECONOMIA MONDO EUROPALa globalizzazione è una situazione in cui mercati, produzioni, consumi e anche modi di vivere e di pensare sono legati tra loro su scala mondiale all’interno di un continuo flusso di scambi che li rende interdipendenti e riesce a unificarli in virtù di modelli comuni. A prescindere da questa considerazione generale, la globalizzazione si divide in vari settori che contengono vari aspetti.

La globalizzazione, nota anche come mondializzazione, è il fenomeno di crescita progressiva delle relazioni e degli scambi a livello mondiale in diversi ambiti. Il suo obiettivo principale, che diventa anche il suo effetto, è una decisa standardizzazione economica e culturale tra i popoli e i luoghi del mondo.

Il termine globalizzazione, coniato di recente, è stato adottato dagli economisti dal 1981 in poi per indicare soprattutto gli aspetti economici delle relazioni fra popoli e grandi aziende. Il fenomeno invece va analizzato anche nel contesto dei cambiamenti sociali, tecnologici e politici, e delle complesse interazioni su scala mondiale che, soprattutto a partire dagli anni ottanta, in questi ambiti hanno subito un’instantanea accelerazione.

Benché molti preferiscano osservare questo fenomeno semplicemente a partire dalla fine del XX secolo, osservatori attenti alla storia si interessano anche alla globalizzazione dei secoli passati. Si trattava però di tempi diversi in cui la globalizzazione si identificava nell’internazionalizzazione delle attività di produzione e degli scambi commerciali.