Immunizzazione finanziaria

Metodologia matematica finalizzata a bloccare gli effetti della variazione del tasso di valutazione su un portafoglio attivo (crediti) o passivo (debiti)

18 Febbraio 2013 13:330 commentiVisualizzazioni: 882

ECONOMIA FINANZA SOLDISi utilizza in economia il termine immunizzazione finanziaria al fine di intendere una specifica metodologia matematica. Tale metodologia è essenzialmente finalizzata a neutralizzare gli effetti della variazione del tasso di valutazione su di un portafoglio attivo (in altri termini sui crediti) o passivo (in altri termini sui debiti).

Un portafoglio immunizzato consente pertanto di disporre di una specifica e pre-determinata somma in un determinato istante, a prescindere da tutte le fluttuazioni del tasso di valutazione oppure dai titoli disponibili sul mercato. Un portafoglio immunizzato, pertanto, permette di ricreare la situazione ideale di avere a disposizione un determinato titolo. Tale titolo verrà rimborsato esattamente nell’istante in cui si ha la necessità della somma stabilita.

Tale necessità viene espletata anche se un determinato titolo non è al momento disponibile sul mercato, bensì sono in vendita esclusivamente titoli che ha hanno una scadenza precedente o successiva all’istante preso in considerazione, i quali saranno dotati o meno di cedole.

Quando un portafoglio è immunizzato

Un portafoglio è dunque immunizzato qualora il possessore vendendolo diventi immune dalle conseguenze di una variazione sfavorevole dei tassi di interesse.