Interesse

Definizione e tipologie di interesse.

12 Marzo 2013 18:060 commentiVisualizzazioni: 21

 L‘interesse si configura come la somma dovuta in qualità di compenso al fine di ottenere la disponibilità di un capitale per un determinato periodo. Si tratta, solitamente, di una somma di denaro.

Il capitale prestato inizialmente viene nominato come principale o iniziale, e la percentuale del principale che va pagata annualmente in termini interesse è chiamata tasso di interesse. I tassi d’interesse sono indicatori cruciali nei mercati finanziari.

L’interesse può essere inteso come una retribuzione a fronte della rinuncia ad utilizzare una somma di denaro.

In altri casi, l‘interesse sul denaro prestato è la retribuzione per aver rinunciato, dopo non aver più tale disponibilità, ad effettuare determinati investimenti alternativi. In altri termini, il prestito incorre in un costo opportunità a causa dei possibili usi alternativi che si sarebbero potuti fare con il denaro prestato.

In un altro caso ancora, ottenendo in futuro la somma prestata, chi la presta necessita di essere ricompensato per la perdita di valore d’acquisto causata dall’inflazione.

In conclusione, l’interesse compensa chi presta denaro contro il rischio che il debitore fallisca o sia insolvente. Una parte del tasso di interesse si configura dunque come un premio per il rischio di insolvenza del creditore.