Leva finanziaria (Leverage)

Indicatore adottato per la misura dell'indebitamento di un'impresa.

19 Febbraio 2013 20:590 commentiVisualizzazioni: 1533

Mercato finanziarioIl termine leva finanziaria (dall’inglese “Leverage“, noto anche come rapporto di indebitamento) altro non è che un indicatore adottato per la misura dell’indebitamento di un’impresa.

La leva finanziaria sta ad indicare concetti e nozioni diverse a seconda che sia usata in economia aziendale o finanza aziendale.

In economia aziendale, le aziende scelgono di usare il ricorso al debito come fonte di finanziamento (ovvero l’utilizzo di capitali di terzi come ad esempio banche o altri finanziatori):

– per il suo costo, generalmente minore a quello del capitale di rischio specialmente i debiti a lungo termini;

– per il vantaggio fiscale che esso genera: gli interessi passivi, formalmente denominati oneri finanziari, che esso genera possono essere usati in sede di stesura del bilancio d’esercizio per diminuire l’utile ante imposte, permettendo un abbattimento delle stesse, accrescendo così il valore dell’azienda.

Più il rapporto di indebitamento è alto, più l’azienda e la sua attività economica verrà considerata rischiosa: ad un rialzo del rischio corrisponde un aumento della remunerazione attesa dai finanziatori e quindi degli oneri finanziari che l’azienda dovrà sobbarcarsi per recuperare altri finanziamenti aggiuntivi.

In termini economici, un incremento dell’indice si traduce quindi in un aumento degli oneri finanziari, causato sia dal maggiore tasso di interesse richiesto per i finanziamenti ricevuti sia dal fatto che gli oneri finanziari sono ponderati su una base più larga.

Appare scontato comprendere come esso in casi estremi possa portare al fallimento dell’azienda. Alla luce di quanto esposto l’indebitamento risulta conveniente fino a quando il rendimento atteso dall’investimento dei capitali raccolti è maggiore del costo dei capitali stessi.