Nota preliminare

Documento che illustra gli elementi più importanti di carattere politico, programmatico e finanziario interni ad ogni stato di previsione.

8 marzo 2013 19:470 commentiVisualizzazioni: 17

ECONOMIA  La nota preliminare è il documento che illustra gli elementi più importanti di carattere politico, programmatico e finanziario interni ad ogni stato di previsione. Nella nota preliminare dello stato di previsione dell’entrata sono specificatamente illustrati i criteri per la previsione delle entrate relative alle principali imposte e tasse e, per ciascun titolo, la quota non avente carattere ricorrente, nonché, per il periodo compreso nel bilancio pluriennale, gli effetti connessi all’introduzione di agevolazioni tributarie, la loro natura, i soggetti e le categorie dei beneficiari, e gli obiettivi perseguiti. Nelle note preliminari della spesa sono elencati:

– i criteri utilizzati per la formulazione delle previsioni, con particolare riguardo alla spesa corrente di carattere discrezionale (qualora essa presenti tassi di variazione significativamente diversi da quello indicato dal Documento di Programmazione Economica e Finanziaria deliberato dal Parlamento);

– gli obiettivi che si desidera conseguire in termini di livello dei servizi e di interventi;

– le risorse attribuite a ciascun centro di responsabilità in funzione degli obiettivi da raggiungere;

– le eventuali assunzioni di personale programmate nel corso dell’esercizio;

– gli indicatori di efficacia e di efficienza che si intendono utilizzare per valutare i risultati.

La nota preliminare espone, altresì, in apposito allegato, le previsioni sull’andamento delle entrate e delle spese per ciascuno degli esercizi compresi nel bilancio pluriennale.