Offerta Pubblica di Acquisto (OPA)

OPA (offerte pubbliche di acquisto): definizione, tipologie e regolamentazione

23 Novembre 2012 18:560 commentiVisualizzazioni: 150

Le offerte pubbliche di acquisto (OPA ) sono delle proposte di acquisto di prodotti finanziari rivolte agli azionisti, da un soggetto che ha intenzione di acquistare ad un prezzo stabilito una quota o tutti i titoli aziendali.

Per il regolamento della CONSOB 11971/99 un’offerta di titoli aziendali è considerabile OPA se rivolta ad un numero di soggetti superiore alle 100 unità per un valore complessivo dei titoli di almeno 2.500.000,00 euro.

Esistono due principali tipologie di offerte pubbliche di acquisto

Classificando le OPA in base ai prodotti finanziari offerti,  si hanno:

OPV (offerte pubbliche di vendita): proposte irrevocabili e non modificabili di cessione di titoli già emessi;
OPS (offerta pubblica di sottoscrizione): proposte irrevocabili e non modificabili di cessione di titoli di nuova emissione.

Se, invece, si classifica le offerte pubbliche di acquisto in base a chi fa l’offerta si distinguono:

OPA volontaria: è l’offerente che decide quali e quanti titoli mettere sul mercato
OPA obbligatoria: l’offerta è imposta dall’ordinamento vigente, in questo caso possono essere offerte solo azioni ordinarie.

Perché un’azienda o una società dovrebbe ricorrere ad un’OPA?

Gli scopi principali delle OPA sono tre:

– reperimento di capitale nel breve periodo
– aumentare la quantità di azioni che possono circolare nel mercato
-allargare la partecipazione aziendale senza conseguenze per i titoli sul mercato

 

Abbiamo parlato di: ,