Svalutazione

Il termine svalutazione in economia può riferirsi sia alla perdita di valore di una moneta nei confronti delle altre o quella di una merce nei confronti della moneta di scambio.

24 Dicembre 2012 09:030 commentiVisualizzazioni: 53

Nel primo caso si parla di svalutazione monetaria, nel secondo di svalutazione di merci.

Svalutazione monetaria

La svalutazione monetaria indica il processo di perdita di valore di una moneta nei confronti di una o più altre monete in un regime di cambi fissi, dovuta alle dinamiche di domanda e offerta della monete con le quali si effettuano gli scambi economici e commerciali.

La svalutazione delle moneta può portare all’aumento del tasso di inflazione in quanto il prezzo dell’import sarà maggiore del ricavo dell’export, rompendo l’equilibro della bilancia dei pagamenti.

Svalutazione di merci 

Le merci hanno un naturale processo di svalutazione dato dalle dinamiche della legge della domanda e dell’offerta, secondo  le quali, a parità di moneta circolante  il valore di una merce non aumenta all’aumentare della quantità della stessa in circolazione. Il valore di un bene è inversamente proporzionale alla quantità che ne viene emessa nel processo produttivo.

In pratica, se in un determinato periodo, una quantità x di un bene vale una certa cifra, e nel periodo successivo ne viene emessa una stessa quantità, il valore totale della merce rimane costante, ma quello delle singole unità è dimezzato.