Teorema Modigliani – Miller

Definizione, formulazione e importanza del teorema.

27 marzo 2013 10:200 commentiVisualizzazioni: 393

costruzione del portafogli perfettoIn ambito finanziario, il teorema di Modigliani-Miller (creato cioè dagli economisti Franco Modigliani e Merton Miller, i quali ne proposero per primi la formulazione originale) si configura come la base della moderna teoria della struttura del capitale.

Formulazione semplice

Restando alla sua formulazione più semplice, il teorema afferma che, in mancanza di tasse, costi di fallimento, asimmetrie informative, in un mercato efficiente il valore di un’impresa non è influenzato dalla modalità con la quale l’impresa si finanzia. Non è dunque importante se l’impresa ottiene il proprio capitale raccogliendo finanziamenti tramite l’emissione di azioni o tramite debito; allo stesso modo la politica di dividendo non ha effetti sul valore dell’impresa. Il teorema è costituito da due proposizioni distinte, che possono essere estese a una situazione che prevede la presenza di tassazione.

L’importanza del Teorema di Modigliani e Miller

Il teorema di Modigliani-Miller si configura inoltre come un importante contributo alla teoria della finanza aziendale, o corporate finance, dal punto di vista metodologico; con il lavoro di Modigliani e Miller del 1958 sono di fatto introdotti a tutti gli effetti per la prima volta gli strumenti analitici formali propri dell’economia politica nell’analisi di un problema di corporate finance.