INPS – Autocertificazione del lavoratore per richiedere il TFR al Fondo di Garanzia

18 agosto 2014 16:100 commentiVisualizzazioni: 2197

LogoINPSChe cos’è l’Autocertificazione del lavoratore per richiedere il TFR al Fondo di Garanzia

L’Autocertificazione del lavoratore per richiedere il TFR al Fondo di Garanzia è il modello di autocertificazione ufficiale che possono utilizzare tutti i lavoratori che intendono richiedere all’INPS, l’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, il pagamento del TFR, cioè il Trattamento di Fine Rapporto, e degli altri crediti di lavoro relativi agli ultimi tre mesi di lavoro, attraverso il Fondo di Garanzia qualora il proprio datore di lavoro non sia assoggettabile a procedura concorsuale. 

Come presentare l’Autocertificazione del lavoratore per richiedere il TFR al Fondo di Garanzia

L’Autocertificazione del lavoratore per richiedere il TFR al Fondo di Garanzia deve essere di norma presentata all’INPS seguendo una delle seguenti modalità:

  • di persona presso uno degli uffici INPS competenti di zona
  • via posta attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno
  • attraverso i servizi offerti sul territorio dai Patronati e intermediari dell’Istituto, che hanno parimenti accesso ai servizi telematici.

Come compilare l’Autocertificazione del lavoratore per richiedere il TFR al Fondo di Garanzia

L’Autocertificazione del lavoratore per richiedere il TFR al Fondo di Garanzia deve essere in genere compilato con i seguenti dati:

  • dati anagrafici del richiedente – nome, cognome, codice fiscale, data di nascita
  • dati del datore di lavoro
  • dati relativi al rapporto di lavoro e al TFR
  • dichiarazioni del richiedente.

Da questo post potrete quindi scaricare un modello fac simile per redigere o compilare l’Autocertificazione del lavoratore per richiedere il TFR al Fondo di Garanzia.

Scarica il modulo