Richiesta di ammissione alla procedura di collaborazione volontaria – Agenzia delle Entrate

5 marzo 2014 08:360 commentiVisualizzazioni: 39

inflazioneChe cos’è la Richiesta di ammissione alla procedura di collaborazione volontaria dell’Agenzia delle Entrate

La Richiesta di ammissione alla procedura di collaborazione volontaria dell’Agenzia delle Entrate è il modello ufficiale con cui i contribuenti italiani che abbiano depositato capitali all’estero possono utilizzare per richiedere all’Agenzia delle Entrate il rientro degli stessi capitali beneficiando di una tassazione agevolata, che implichi anche la buona fede del contribuente altrimenti segnalabile per pratiche di evasione fiscale.

La collaborazione volontaria come misura contro l’evasione fiscale

Sin dallo scorso anno, infatti, è allo studio del governo un piano per permettere il rientro graduale dei numerosi capitali e redditi che negli anni non sono stati denunciati al Fisco italiano, senza che questo provochi conseguenze legali per i possessori, al di là di un certo livello di tassazione, come già previsto nei provvedimenti della stessa natura attuati in precedenza come lo scudo fiscale.

Come inviare la Richiesta di ammissione alla procedura di collaborazione volontaria – Agenzia delle Entrate

La Richiesta di ammissione alla procedura di collaborazione volontaria – Agenzia delle Entrate deve essere inviata all’ufficio competente dell’Agenzia delle Entrate – Direzione centrale accertamento per gli illeciti fiscali – completa di tutti gli allegati necessari, che nel caso specifico possono essere:

  • la procura del richiedente al proprio avvocato
  • la scheda individuale del richiedente – Scheda R
  • la scheda informazioni sull’attività estera – Scheda A.

Da questo post potrete quindi scaricare un modello fac – simile per redigere o per compilare una Richiesta di ammissione alla procedura di collaborazione volontaria – Agenzia delle Entrate.

Scarica il modulo