Home News Attenzione alle truffe che mescolano Elon Musk e bitcoin

Attenzione alle truffe che mescolano Elon Musk e bitcoin

Viviamo un momento storico nel quale può essere sufficiente mescolare due nomi di tendenza, come quello dei bitcoin ed Elon Musk, in modo da ottenere una ricetta per derubare le persone.

Negli ultimi sei mesi, i consumatori hanno riferito di aver perso più di 2 milioni di dollari in criptovaluta a causa degli imitatori di Elon Musk, secondo un rapporto di maggio della Federal Trade Commission.

Elon Musk

Le truffe spesso non sono la stessa cosa senza impersonare qualche celebrità, come il CEO di Tesla Elon Musk.

Mentre il ronzio di Bitcoin è andato crescendo, i truffatori hanno fatto penzolare investimenti fasulli, fingendo di essere qualcun altro a volte e ingannando i consumatori in numero record.

Come i criminali crittografici hanno cercato di rubare $ 50.000 a una donna del Michigan. Alcune vittime, secondo la FTC, hanno anche riferito di aver perso denaro a causa di truffatori che si spacciano per Coinbase, un noto scambio di criptovaluta.

Una residente di Troy ha detto alla Polizia a marzo, ad esempio, di essere stata contattata da un cosiddetto sito web di criptovaluta che le voleva inviare denaro da convertire in criptovaluta. La vittima ha fornito al sito una copia della sua patente di guida ma non le sue informazioni bancarie, secondo il rapporto della polizia.

Chase Bank in seguito l’ha contattata per una possibile frode sul suo conto in cui decine di migliaia di dollari sono stati improvvisamente trasferiti dai risparmi agli assegni. Un giorno, 4.000 dollari sono stati spostati dal risparmio al controllo.

Il giorno successivo, i criminali hanno trasferito circa $ 77.000 dai risparmi al controllo. E poi quello stesso giorno, i truffatori hanno tentato di effettuare 50 bonifici da $ 1.000 ciascuno, cercando di ottenere un totale di $ 50.000. La banca ha interrotto tutti i bonifici e ha cambiato i numeri di conto.

I consumatori, tuttavia, devono essere consapevoli del fatto che i truffatori hanno accesso a tutti i tipi di informazioni già disponibili e hanno lavorato duramente per hackerare gli account.

Un truffatore, ad esempio, potrebbe aver messo insieme informazioni sulla vittima da violazioni dei dati, social media o acquistato sul dark web e quindi indirizzarla a ulteriori informazioni come la patente di guida. Le password possono essere rubate durante le violazioni dei dati e se si utilizza la stessa password ovunque, i truffatori hanno un accesso più facile a una varietà di account.

I criminali lavorano rapidamente, secondo gli esperti del settore bancario, con il 40% delle attività fraudolente associate all’hacking in un conto bancario che si svolge entro un giorno. Si consiglia di contattare subito una banca quando si sospetta di poter essere un bersaglio. Occhio nel frattempo alla combo bitcoin ed Elon Musk.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui