FIAIP dalla parte dei cittadini: NO alle trattative “fai da te”

Basta sorprese quando si compra o si affitta casa. Le brutte sorprese e le truffe si evitano solo affidandosi ad un agente immobiliare professionale. Questo il messaggio che FIAIP (Federazione italiana agenti immobiliari professionali) trasmette ai cittadini con la campagna di comunicazione digitale lanciata ad ottobre.

I pericoli che si nascondono dietro le trattative private “Fai da Te” sono raccontati in tre video della durata di 45 secondi ciascuno e pubblicati sui social network. I filmati mostrano in modo chiaro che il professionista è quel valore in più che dà serenità in fase di compravendita o affitto.

Ecco che l’acquisto di una casa, la vendita di un immobile e l’affitto di un locale commerciale, possono trasformarsi in truffe nel momento in cui l’utente avvia una trattativa privata solo perché pensa che così può “risparmiare” e “raggiungere velocemente l’obiettivo”. Tre situazioni diverse ma comuni che comunicano al target i “pericoli” della disintermediazione immobiliare.

L’obiettivo della FIAIP attraverso la compagna di comunicazione è di sensibilizzare l’utente sui rischi a cui possono andare incontro con trattative immobiliari private attraverso il web o mediante finti agenti immobiliari.

La Federazione attraverso una comunicazione in chiave moderna, evidenzia l’importanza di affidarsi ad un agente immobiliare professionale, il quale garantisce sicurezza e serenità al cittadino, oltre a tutelare la trattativa immobiliare, consentendo il buon esito della stessa, senza perdita di denaro.

Fiaip è oggi l’unica Associazione di settore in grado di offrire una vasta gamma di servizi qualificati ai propri associati fornendo sia indirizzi comportamentali che legislativi oltre che adeguata preparazione professionale.

“Fiaip da sempre lavora – ha precisato Gian Battista Baccarini, presidente nazionale Fiaip durante la presentazione della campagna e dei video – per creare un circuito di sicurezza nella compravendita immobiliare, circuito che dovrebbe vedere uniti tutti gli attori della filiera contrattuale. Da sempre lavoriamo per unire le varie figure professionali che accompagnano il cliente nel percorso precontrattuale e in quello dei trasferimenti. Due fasi molto diverse, che però avrebbero bisogno di essere integrate”.

“Chi promette al mercato – ha dichiarato – di fornire valutazioni veritiere, basandosi per le valutazioni immobiliari su algoritmi di cui nessuno conosce i codici, molto probabilmente non sa o non vuole sapere che la valutazione del bene casa è molto complessa, e che ogni unità immobiliare è diversa l’una dall’altra. Massificare le valutazioni può esser utile per le start up del web che vogliono svolgere le funzioni degli agenti immobiliari, ma non certo alle famiglie italiane che nell’acquisto della loro casa, mettono i risparmi di una vita”.

Fiaip è il punto di riferimento per tutti i professionisti del settore immobiliare e per le famiglie italiane. È la principale associazione di categoria del settore riconosciuta dalla Comunità Europea, con 10.106 agenti immobiliari, 500 consulenti del credito, 15.200 agenzie immobiliari, e più di 45mila operatori del settore (tra agenti immobiliari, turistici, consulenti del credito, promotori immobiliari, amministratori e gestori di beni immobili).

La presenza capillare su tutto il territorio nazionale, operata attraverso 20 sedi regionali e 105 collegi provinciali e interprovinciali, rappresenta per gli associati un punto di informazione e di consulenza professionale nonché di difesa sindacale degli interessi della categoria.

 

Casa, tutte le misure governative per aumentare l’accesso al credito

Le detrazioni fiscali a favore della casa si aggirano intorno ai 5,8 miliardi di euro e hanno interessato complessivamente undici milioni di beneficiari: si tratta dei bonus per le ristrutturazioni, le riqualificazioni energetiche, l’acquisto di mobili e i canoni di locazione, inerenti l’anno d’imposta 2014, di cui i contribuenti hanno usufruito nelle dichiarazioni dei redditi 2015.

Leasing immobiliare per l’acquisto della casa? Si parte nel 2016

Il mercato immobiliare sta per essere rinnovato attraverso l’introduzione del leasing immobiliare che può arrivare a sostituire il classico contratto di mutuo per l’acquisto della casa. Le novità vanno di pari passi con le critiche al sistema.

Gli affitti di nuovi in crescita

Al mercato immobiliare italiano sta succedendo qualcosa di simile a quello che è successo alle banche americane: si è tornati a credere nelle possibilità del mercato e in particolare del mercato immobiliare.

Boom compravendite nel III trimestre per le case

Il mercato residenziale guadagna un +10,8% così come rende noto l’Agenzia delle Entrate nella Nota trimestrale redatta dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare della stessa Agenzia.

Edilizia, le costruzioni riprendono dopo 4 anni di crisi

Confartigianato ha redatto un report dedicato alle costruzioni spiegando che dopo 4 anni di crisi il settore sembra ripartire, magari è una ripartenza lenta ma è bene che l’economia registri un’inversione di tendenza dopo 54 mesi molto difficili per le aziende del settore.

Il nuovo contratto d’affitto

La legge di Stabilità 2016 si scaglia contro gli affitti in nero. Entro trenta giorni infatti si dovrà per forza registrare il contratto di locazione, pena la nullità dell’accordo e la possibilità per l’inquilino di fare ricorso e avere il rimborso del maggiore canone. Ecco tutte le novità che a riguardo sono state inserite nella legge di Stabilità. 

Il testo di legge sulla tassazione immobiliare per il 2016

Comincia piano piano a prendere forma la nuova tassazione immobiliare per il 2016. Si parla di come tassare le abitazioni principali, cosa fare con le seconde case e come gestire il gettito fiscale per le amministrazioni locali. Vediamo insieme i punti fermi di questa piccola rivoluzione. 

La corretta gestione della Tassa di soggiorno, il decalogo di Confesercenti

Assohotel Confesercenti Emilia Romagna propone un decalogo per la corretta gestione della Tassa di soggiorno, in attesa di un regolamento nazionale. Come è noto, Assohotel Confesercenti è da sempre contraria a questa imposta a carico del settore turistico.

Come registrare un contratto immobiliare – tramite intermediario o delegato

Arrivati alla fine del nostro excursus sulla registrazione del contratto immobiliare dobbiamo fare un breve riepilogo e dire che la registrazione si può fare in diversi  modi, anche affidandosi ad un intermediario o ad un delegato. Il fisco fornisce le istruzioni utili.