No alle banche i giovani oggi vogliono le carte di credito

I Millenials, ossia i ragazzi nati a partire dal 1 gennaio 2000, sono i principali fruitori delle moderne forme di pagamento, che stanno sostituendo quelle collegate alle banche intese come luoghi fisici. Il mobile banking, dunque, sta rimpiazzando le lunghe code in fila allo sportello, i bonifici online quelli cartacei; le carte di debito e credito sono ormai gli strumenti di pagamento più utilizzati dai ragazzi, non solo in Italia ma in tutto il mondo. Una ricerca condotta negli Stati Uniti ha scoperto che 7 ragazzi su 10 preferiscono pagare con la carta di credito: acquistano principalmente viaggi, indumenti e prodotti tecnologici. In questo articolo, scritto in collaborazione con il portale e-risparmio.it, si scoprirà perché i giovani hanno detto di no alle banche e preferiscono invece le carte di credito e le carte conto.

Le banche si stanno adeguando alle nuove tecnologie, consapevoli che sono proprio i giovani i maggiori fruitori dei nuovi servizi di internet banking, delle carte contactless e dei bonifici online. Le operazioni di acquisto sono sempre più veloci, sicure; tutto avviene tutto in tempo reale. Oggi è impensabile che un giovane si metta in fila in banca per effettuare un bonifico oppure che vada a ritirare contante allo sportello.

È diventato anche meno frequente prelevare dagli ATM, perché il futuro della moneta non è fisico. In un futuro prossimo le banconote potrebbero sparire definitivamente ed essere sostituite da moneta virtuale, che si sposta in via telematica. Le carte di credito, per esempio, permettono di acquistare vestiti, pagare il conto in pizzeria, noleggiare un’auto in vacanza.

Cos’è tecnicamente una carta di credito

Si tratta di una tessera provvista di microchip e banda magnetica, grazie alla quale è possibile effettuare transazioni, ossia pagamenti, telematicamente. Sulla parte anteriore della carta sono indicate le generalità del titolare, il numero identificativo della tessera e la data di scadenza; nella parte posteriore ci sono informazioni fondamentali: il CVV2, acronimo di Card Verification Value, oppure il CVC2, che sta per Card Validation Code; sono i codici di controllo che servono a garantire la sicurezza dell’operazione, quando si usa la carta di credito online. È la banca presso cui si ha il conto corrente che rilascia la carta di credito, che il più delle volte è collegata a circuiti internazionali come American Express, Mastercard e Visa.

Perché i giovani preferiscono la carta di credito

La rivoluzione che sta cambiando le nostre abitudini è strettamente collegata con la generazione Z, quella nata tra il 1995 e il 2010; i ragazzi nati in questi anni sono stati definiti come la “iGen”, la generazione che ha una percezione del denaro diversa da quella dei loro genitori. Hanno una relazione con il denaro differente da quella tradizionale, con lati positivi e negativi.

Ma perché la generazione Z preferisce le carte di credito alle banche?

Innanzitutto è necessario dire che quasi tutti i giovani maggiorenni, se hanno un conto in banca, utilizzano l’home banking; la maggior parte di loro possiede una carta di credito o una carta prepagata. Molti ragazzi usufruiscono anche dei servizi finanziari, effettuano cioè operazioni di trading, ossia comprano e vendono online; il motivo di questa scelta è il risparmio: la stessa operazione costa molto meno perché non sono previste spese di commissione, in quanto l’utente effettua le stesse operazioni che il commesso della banca svolgere abitualmente per lavoro, dietro lo sportello.

Inoltre un giovane su due rateizza le spese con una carta di credito.
Uno studio effettuato di recente ha evidenziato che la carta più utilizzata dagli under 35 è la carta di credito a saldo; si tratta della metà del campione che è stato sottoposto a intervista; la scelta è indirizzata dai vantaggi che una carta di credito a saldo offre agli utenti giovani. Tale prodotto è destinato a superare la carta prepagata nelle preferenze dei giovani utenti italiani.

Vantaggi delle carte di credito

Perché le carte di credito sono ricercate dai giovani? Perché offrono molte possibilità. Permettono di acquistare prodotti ed effettuare pagamenti anche in periodi in cui manca la liquidità necessaria; queste carte infatti consentono di usufruire di un credito, da cui deriva la denominazione della carta; infatti, l’addebito sul conto corrente, della cifra pagata per la transazione, viene posticipato. In più la carta di credito è uno strumento sicuro, perché in caso di clonazione, furto, smarrimento o truffa ad opera dei malfattori, è possibile bloccarla senza incorrere in indebite perdite di denaro e sostituirla senza alcun problema.

I giovani amano viaggiare e avere in tasca uno strumento finanziario che permetta loro di pagare un pranzo, un hotel o un’auto a noleggio, senza andare in giro con molto denaro contante: è una comodità a cui è difficile rinunciare.
Quasi tutte le carte di credito sono spendibili all’interno dei più importanti circuiti internazionali, per cui è sempre possibile effettuare transazioni in ogni occasione. Per noleggiare un’auto è indispensabile avere una carta di credito; inoltre consentirà l’opzione di un’assicurazione aggiuntiva, per coprire eventuali danni provocati alla vettura in caso d’incidente.

In più, proprio come per le prepagate, le carte di credito possono essere ricaricate a distanza; nel caso in cui il giovane sia all’estero, per esempio, i genitori possono intervenire per far confluire denaro sulla carta, nell’emergenza.
Una carta di credito presuppone la titolarità di un conto corrente online, consentendo di avere traccia di tutte le operazioni effettuate, anche dopo molto tempo.

Le carte di credito scelte dai giovani

Le carte di credito non sono tutte uguali; in molti casi conviene approfittare delle offerte promozionali delle banche, che invogliano così i clienti ad aprire un conto corrente presso di loro. I giovani, che le utilizzano principalmente per acquistare su internet e viaggiare, solitamente optano per quelle che hanno bassi costi di prelievo all’estero. Inoltre è meglio optare per tetti di spesa massimi, per poter fronteggiare acquisti di biglietti aerei effettuati all’ultimo momento.
Molto gettonata è la carta di credito che si auto-ricarica mensilmente, prelevando in autonomia il denaro stabilito, direttamente dal conto corrente. Questa opzione permette di non trovarsi inavvertitamente in rosso.

Le 4 tipologie della carta conto N26

 Le recensioni N26 hanno eletto questa speciale carta conto come uno dei migliori prodotti sul mercato dell’home banking. Grazie alle sue peculiari caratteristiche questa carta è in grado di fungere sia come conto corrente che come prepagata. Si possono quindi effettuare prelievi, bonifici e ricariche, accreditare pensioni e stipendi, addebitare le bollette ecc. con la possibilità di utilizzare una carta Mastercard associata. L’apertura del conto N26 è estremamente facile e veloce poiché richiede pochi minuti. Dopo aver scaricato l’app parte una videochiamata, dopodiché è sufficiente mostrare un documento d’identità e scattarsi un selfie per l’identificazione. La carta conto N26 propone ai quattro clienti quattro tipologie di conti: Standard, Business, Black e Metal. In questo articolo analizziamo le specifiche, i vantaggi ed i costi di ogni singolo conto.

Il conto N26 Standard risulta il più vantaggioso da un punto di vista economico, poiché non prevede costi di gestione né canoni fissi. Di contro però offre funzioni piuttosto semplici, che risultano comunque molto utili per chi fa un utilizzo piuttosto basilare della carta. Nello specifico con questo conto i clienti possono ricevere ed inviare bonifici da ogni parte del mondo, oppure ritirare denaro presso qualsiasi sportello bancomat dell’Unione Europea senza ulteriori spese aggiuntive. I clienti hanno la facoltà di modificare i limiti di spesa quotidiani e mensili in base alle proprie necessità. Infine si possono bloccare i prelievi allo sportello ed all’estero, così i clienti possono gestire il loro conto nella massima libertà.

Il conto N26 Business può essere considerato il fratello maggiore del conto N26 Standard, poiché offre funzioni piuttosto simili. La differenza principale risiede nei servizi dedicati prevalentemente a professionisti con partita Iva, freelance ed imprenditori. Questo conto è indicato anche a chi effettua diverse spese online, poiché è garantito il diritto ad un cashback dello 0,1% su tutti gli acquisti effettuati. Ciò significa che maggiori saranno gli acquisti online e maggiori saranno i benefici derivanti.

Il conto N26 Black è destinato a coloro che sono spesso in viaggio. Sono presenti numerosi vantaggi che però hanno un costo mensile pari a 5,90 euro. I servizi relativi alle assicurazioni di viaggio sono forniti dal gruppo Allianz. La polizza più importante riguarda la copertura medica in viaggio all’estero, una garanzia accessoria molto utile quando i clienti si recano in paesi dove vige un’assistenza sanitaria privata. É previsto un rimborso per i ritardi aerei superiori alle 4 ore e per il ritardo della consegna del bagaglio superiore alle 6 ore. Viene infine garantita la copertura anche sul denaro rubato entro 4 ore con il prelievo con carta Black. Con questo conto è possibile prelevare denaro all’estero presso gli ATM in valuta locale, senza ulteriori spese aggiuntive.

Eccoci infine al conto nuovo di zecca che ha fatto il suo debutto ultimamente: il conto N26 Metal. In linea di massima questo conto offre gli stessi vantaggi del conto N26 Black, ma costa 14,90 euro al mese poiché garantisce ulteriori privilegi. I possessori di questo conto hanno l’opportunità di accedere a sconti e promozioni esclusivi per prodotti forniti da partner affiliati, tra cui Talent Garden, Tannico, IHG, Home24, GetYourGuide e Hotels.com.

 

I vantaggi della carta prepagata Viabuy

 Il mondo delle carte prepagate si arricchisce, grazie alla carta Viabuy. Si tratta di una carta di credito prepagata, con in più il vantaggio di essere correlata ad un codice IBAN univoco. Oltre ad essere comoda e pratica per gli acquisti in Italia e nel mondo, per i prelievi di contante agli sportelli ATM e per gli acquisti in rete, la carta Viabuy permette quindi di fare e ricevere dei bonifici, senza doversi preoccupare di avere un conto corrente di altro genere a disposizione.

Come attivare una carta Viabuy
Stiamo parlando di una carta di credito prepagata che si può aprire direttamente online. Basta compilare un form in cui si devono indicare le proprie generalità, un recapito telefonico e un indirizzo sul territorio europeo. Il sito Viabuy permette anche di personalizzare la carta, a cominciare dal colore: è disponibile nella versione nera e in quella oro, molto più lussuosa. Non appena si effettua l’ordine la carta viene preparata e spedita direttamente a casa del singolo cliente, quindi non c’è bisogno di uscire o di effettuare la spedizione di moduli o fotocopie. Il codice identificativo della carta ci viene subito indicato, in modo da poter effettuare dei bonifici per la ricarica, e in seguito i primi acquisti.

I vantaggi di una prepagata “anonima”
La carta Viabuy è gestita da una finanziaria che ha sede nel Regno Unito, quindi stiamo parlando di un prodotto sicuro, che ci mantiene lontani dalle frodi. Leggendo meglio i requisiti che abbiamo indicato prima, quelli richiesti in fase di richiesta della carta Viabuy, appare chiaro come non sia necessario indicare codici fiscali, situazioni finanziarie, la possibilità di dimostrare delle entrate mensili. Stiamo quindi parlando di una carta che si può attivare anche da parte di studenti e disoccupati; allo stesso tempo anche chi ha avuto qualche problema correlato a ritardi sui pagamenti o a questioni che hanno a che fare con la giustizia, persino un cattivo pagatore, non troverà alcun tipo di intoppo al momento della richiesta di questa prepagata. Del resto stiamo parlando di una carta che semplicemente permette di utilizzare in modo elettronico i propri soldi: non esiste possibilità di scoperto, quindi l’ente che emette la carta non rischia nulla.

Quanto costa
Il costo di viabuy è leggermente superiore rispetto a quello di altre prepagate disponibili in commercio. Ci side ve però ricordare che può essere ottenuta da qualsiasi soggetto maggiorenne che risieda all’interno del continente europeo, senza necessità di avere particolari requisiti. Il costo per l’emissione della carta è di 69,9 euro; il canone annuo è di 19,9 euro, ma comprende la possibilità di richiedere gratuitamente delle carte partner (anche di tipo aziendale), oltre a tutti i pagamenti di tipo elettronico che intendiamo fare, se effettuati nella medesima valuta del conto. In pratica ogni volta che paghiamo il conto su un sito internet o tramite un POS non avremo alcun tipo di costo dall’utilizzo della carta. I pagamenti in valuta straniera sono calcolati un 2,75% del totale della spesa, mentre i prelievi di contante da bancomat hanno un costo di 5 euro, più l’eventuale spesa richiesta dall’ente che gestisce lo specifico sportello ATM.

Ricaricare la carta
Visto che la nostra nuova carta Viabuy ha un suo codice IBAN il modo più rapido per ricaricarla consiste nel fare un tradizionale bonifico SEPA, versandovi dei fondi. Questo ci consente anche di avere a disposizione un comodo servizio di home banking, tramite cui effettuare le più varie operazioni che desideriamo svolgere nel corso di un mese. Se dobbiamo invece ricaricare la carta con dei contanti possiamo effettuare un comune deposito presso un qualsiasi sportello bancario abilitato.

Carte di credito e bancomat costano meno

Federconsumatori commenta positivamente l’idea che l’Italia accolga alcune disposizione europee che potrebbero abbassare i costi di carte di credito e bancomat. Ecco cosa sappiamo a riguardo sul  tetto unico alle commissioni interbancarie.

Critiche CGIA alla rivoluzione dei pagamenti elettronici

Un emendamento alla legge di Stabilità spiega che si potrebbe in futuro eliminare il limite minimo di 30 euro di spesa per il pagamento con POS. In futuro infatti si dovrebbe poter pagare con carte e bancomat anche il caffé o il giornale. Ma su questo emendamento non sono tutti d’accordo. 

Bancomat e carte di credito anche per giornali e caffè

I sistemi di pagamento diversi dai contanti che non tutti gli esercizi commerciali propongono ai clienti, adesso dovranno essere disponibili anche soltanto per il pagamento di un caffé o per l’acquisto di un giornale. Lo spiega bene la legge di Stabilità. 

American Express regala vantaggi ai nuovi clienti

Le carte di credito sono sempre più diffuse ma in generale, a parte politiche di sconto aggressive praticata dagli istituti di credito, sono concesse soltanto dopo un’attenta valutazione delle capacità di spesa del richiedente. Alcuni prodotti come l’American Express introducono i clienti in un sistema di vantaggi molto interessante. 

Carte di credito: crescono le frodi sui piccoli pagamenti

Ai possessori di carte di credito è consigliato fare attenzione ai piccoli pagamenti che appaiono sul proprio estratto conto perché molte volte può succedere di essere vittime di una frode.

I vantaggi della carta Like di Ubi Banca

Ami lo shopping online e viaggiare? Like è la carta prepagata ricaricabile che fa per te, perchè è nata proprio per chi fa spesso acquisti online o ha bisogno di un comodo strumento di pagamento per viaggiare all’estero per studio o vacanza. Inoltre, puoi averla anche se non hai un conto corrente!

La promozione TotalErg in collaborazione con Intesa Sanpaolo

Oggi che le carte di credito sono molto più accessibili che in passato e oggi che di carte di pagamento esistono molte tipologie, dalle prepagate alle prepagate con IBAN fino alle carte di credito classiche, tutte le banche cercano dei sistemi per accaparrarsi i clienti. Intesa Sanpaolo punta sui rifornimenti di carburanti