Il rapporto degli italiani con la rottamazione dell’auto

Il rapporto degli italiani con la rottamazione dell'auto in una ricerca condotta per Direct Line.

22 aprile 2016 19:320 commentiVisualizzazioni: 26

Il 60% degli italiani, nel corso della propria carriera automobilistica, ha demolito almeno un veicolo. Lo ha spiegato bene una ricerca del Centro Studi e Documentazione Direct Line che è una delle compagnie più famose sul versante delle assicurazioni. 

Direct Line ha deciso di analizzare il rapporto tra automobilisti e riuso della propria vettura. L’80% degli intervistati ha dichiarato di essere pienamente d’accordo con il riutilizzo dell’auto. Una risposta che tiene conto del sentimento ecosostenibile ed ecologista che anima gli automobilisti.

In particolare il 56% degli automobilisti considera la rottamazione un atteggiamento positivo per la salvaguardia dell’ambiente. C’è poi il 12% degli intervistati che vorrebbe che ogni pezzo fosse riusato in maniera diversa e infine c’è in 15% che pensa che il riuso di alcuni materiali possa essere considerato in un’ottima di risparmio anche per i produttori.

In realtà gli intervistati, spiega Direct Line, non conoscono e non sono consapevoli dei programmi attivi relativi al riuso dei vari pezzi automobilistici. Il 33% degli intervistati sono stati informati su questa tematica, ma la maggior parte del campione, circa il 61% degli intervistati, si dichiara favorevole a livello generale.

Assicurazione.it conclude così la panoramica sulla situazione, presentando il progetto Share the Road – Spazio Bambini.

Proprio per cercare di ovviare a questa tendenza Direct Line ha lanciato, all’inizio del passato mese di maggio, il particolare progetto Share the Road – Spazio Bambini che ha come primario obiettivo quello di sensibilizzare le persone, ed in particolar modo i bambini, sul tema della sicurezza stradale. Questo specifico programma raggiungerà il suo culmine nella costruzione di un particolare parco giochi, che si muoverà da una città all’altra, costruito con oggetti riciclati da auto, moto o biciclette in modo da essere eletto come un “luogo dove imparare” le prime ed importanti nozioni di sicurezza stradale sin da piccoli. L’educazione stradale è infatti di fondamentale importanza per viaggiare sicuri su strada proteggendo laddove la tradizionale Rc auto non può arrivare.

Abbiamo parlato di: