Renzi trova l’appoggio della Merkel per le riforme economiche

La cancelliera tedesca ha messo in evidenza come il programma di riforme è coerente con il Patto di stabilità e crescita

18 Marzo 2014 16:080 commentiVisualizzazioni: 9

 La cancelliera tedesca Angela Merkel ha dato il suo sostegno alle riforme proposte dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi che ha affermato essere ambiziose. Nella conferenza stampa congiunta a Berlino, la Merkel ha detto di essere molto impressionata dai piani del nuovo governo.

La cancelliera tedesca ha messo in evidenza come il programma di riforme è coerente con il Patto di stabilità e crescita e che su questo non  aveva il “Minimo motivo di dubitare”. Fiducia quindi sul fatto che l’Italia si atterrà ai requisiti dell’Ue come il fatto che il debito non superi il 3% del prodotto interno lordo (Pil).

 

Anche la Germania dovrebbe fare delle riforme economiche

 

Renzi ha annunciato tagli alle tasse per un ammontare di dieci miliardi di euro che inizieranno da maggio. Egli ha anche promesso che lo Stato pagherà i debiti in sospeso fino a luglio per circa 68 miliardi di euro. Il Presidente del Consiglio ha anche parlato della volontà di creare nuovi posti di lavoro attraverso la riforma del mercato del lavoro, di abbassare la burocrazia e di abolire il Senato. Il deficit di bilancio dovrebbe salire quest’anno al 2,8 per cento del prodotto interno lordo.

Renzi dopo l’incontro ha detto che l’Italia deve smettere finalmente di credere che le riforme si fanno perché le vuole l’Europa. Le riforme vanno fatte perché fanno bene all’Italia. In questo senso, l’accordo con la Merkel e il governo tedesco è stato molto importante. Renzi si è mostrato favorevole alla posizione europea e ha affermato che “L’Europa non è il problema. L’Europa è la soluzione. Non è mancata una critica ai partiti che sono contro l’Europa.

Abbiamo parlato di: , ,