Dopo che la scorsa settimana la Banca Centrale Europea ha nuovamente abbassato i tassi di interesse, la moneta unica europea ha perso valore come previsto dai vertici dello stesso istituto.

Questi i livelli di analisi tecnica sulle altre principali valute.

UsdJpy: si sono confermate le aree di supporto di breve viste venerdì ed i prezzi si stanno mantenendo all’interno della zona che si muove tra 104.75 e 105.25. Continuiamo a seguire un grafico daily come operatività principale, dove cureremo la possibilità di rotture rialziste dell’ampio range segnato durante il 2014, spiega il DailyFx di FXMC con un occhio puntato oggi su un time frame a 4 ore che suggerisce potenziali acquisti di dollaro sempre tra 104.75 e 105.00, con l’area tra 105.30 e 105.65 che ci risponderà alla domanda: siamo di fronte ad un potenziale testa e spalle ribassista?

>Wall Street in discesa dopo la decisione della Federal Reserve

EurJpy: buona la tenuta delle resistenze viste su EurJpy, con i prezzi che sono tornati verso i minimi ma che non hanno colpito i nostri ordini di ingresso, che ricercavano un R/R migliore. Siamo di fronte ad una fase di consolidamento nei pressi della media a 21 oraria e attendiamo eventuali pullback di area 136.25/40 prima di pensare ad eventuali acquisti di yen, con stop sopra area 60 e reverse sopra area 136.75. R/R non ottimi, tenendo conto che i movimenti ribassisti potrebbero esaurirsi in area 135.75.

GbpUsd: chi avesse venduto il cable sulle resistenze viste venerdì questa mattina si troverebbe con una bella sorpresa in piattaforma. Abbiamo avuto modo di parlare del gap ribassista che conferma la situazione tecnica da manuale di discesa che stiamo seguendo operativamente da diversi giorni, con i prezzi che se dovessero sforare i minimi di stanotte potrebbero tentare il raggiungimento di area 1.6135 e che potrebbero risalire soltanto in caso di ripresa oltre 1.6245, ma con l’area che passa tra 1.6280 e 1.6325 che potrebbe intervenire subito come freno.

AudUsd: hanno tenuto anche le resistenze sul dollaro australiano che continua a mostrare situazioni tecniche deboli dal punto di vista operativo. Manteniamo la nostra attenzione rivolta alle resistenza passanti in area 0.9375 con 0.9400 come eventuale zona oltre la quale potremmo assistere ad accelerazioni pari ad un quarto di figura, consapevoli che tecnicamente non si tratta certo della situazione migliore da lavorare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui