Siccome stanno per scadere i termini di presentazione  del modello 770/2015 cerchiamo di capire a chi è rivolto e che differenze ci sono tra la versione ordinaria e quella semplificata. Le informazioni sono utili per i sostituti d’imposta che devono recarsi all’Agenzia delle Entrate.

I sostituti di imposta,sono i datori di lavoro e gli enti pensionistici, le amministrazioni dello Stato, ecc., che hanno l’obbligo di comunicare all’Agenzia delle Entrate, mediante una dichiarazione annuale, i dati relativi alle ritenute effettuate in ciascun periodo d’imposta, quelli relativi ai versamenti eseguiti, i crediti, le compensazioni operate e i dati contributivi e assicurativi.

Modello 770 / 2014 Semplificato – Agenzia delle Entrate

Si può compilare un modello semplificato e un modello ordinario. Nella versione semplificata devono essere indicate queste informazioni in modo puntuale:

  • dati relativi alle certificazioni rilasciate ai contribuenti ai quali sono stati corrisposti come redditi di lavoro dipendente, equiparati (per esempio, le pensioni e i crediti di lavoro riconosciuti in sentenza) e assimilati (per esempio, compensi percepiti da soci di cooperative di produzione e lavoro, remunerazioni dei sacerdoti, assegni periodici corrisposti al coniuge), indennità di fine rapporto, prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione, redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi;
  • dati contributivi, previdenziali, assicurativi e quelli relativi all’assistenza fiscale prestata per il periodo d’imposta cui si riferisce la dichiarazione.

Il modello 770 ordinario invece deve essere utilizzato per comunicare i dati relativi a:

  • ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale, operazioni di natura finanziaria e indennità di esproprio;
  • versamenti effettuati, compensazioni operate e crediti d’imposta utilizzati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui