L’azienda Dell non se la passa bene e per questo sta cercando nuovi acquirenti che salvino le finanze dell’azienda e consentano al colosso informatico di proseguire sulla sua strada. Circa un mese fa è stata messa a punto la prima offerta, quella presentata dal fondatore dell’azienda Michael Dell che si è appoggiato al fondo di private equitiy Silver Lake Partners e a Microsoft.

► Microsoft rileva Dell

Un’offerta, tra l’altro anche molto interessante, visto che l’operazione, in totale costa 24,4 miliardi di dollari, il che vuol dire che agli azionisti, saranno consegnati 13,65 dollari per ogni azione, a fronte degli 11 euro che potrebbe dare loro la borsa. L’acquisizione, in questo piano, dovrebbe concludersi entro il secondo trimestre fiscale del 2014.

Windows cambia leader

Adesso sul piatto della bilancia ci sono altre due offerte alternative: una presentata da Carl Icahn, un investitore molto noto a Wall Street, e la seconda presentata da un fondo gestito da Balckstone group. Entrambe queste offerte dovranno però essere passate al vaglio del consiglio di amministrazione dell’azienda.

In termini economici sembra che Icahn abbia offerta 15 dollari per ogni azione, mentre ha giocato al rialzo ma si è mantenuto più basso il Blackstone management associates che ha offerto invece 14,25 dollari per azione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui