La Bank of America, colosso del credito e degli investimento, verserà 17 miliardi alle autorità americane per chiudere risolutivamente la vicenda dei mutui subprime.

Prese di mira le operazioni, durate troppi anni, in cui i colossi finanziari hanno indotto le famiglie a indebitarsi per comprare casa, dopodiché tali debiti controversi o inesigibili venivano introdotti in pacchetti d’investimento dalla struttura poco trasparente e venduti sul mercato. Non è stato solo un danno alla finanza ma è diventato un problema di sistema in quanto hanno infettato con la loro spazzatura tutta la struttura compromettendo la fiducia generale.

Bank of America, mega multa per aver causato la crisi mondiale

I mutui subprime hanno innescato la crisi finanziaria del 2008, che poi ha travolto con sé l’economia reale ed è divenuta globale. Fra le cause dello sfacelo c’è la pessima gestione di tutti i titoli «derivati», che sono cresciuti in esuberanza fino ad ammontare a dieci o più di volte il valore dei titoli reali sottostanti. La colpa è stata anche della troppa deregolamentazione finanziaria che ha fatto sì e addirittura sostenuto tutto questo, e della rinuncia o dell’incompetenza  da parte delle autorità di regolazione di porre in essere anche i pochi controlli che avrebbe potuto e dovuto fare con i loro residui poteri.

I maxi patteggiamenti plurimiliardari che si sono succeduti con il Dipartimento di giustizia accettati man mano dalle grandi istituzioni finanziarie americane rappresentano cifre impressionanti  ma a ben pensare, in realtà, si tratta di briciole in confronto alle somme di denaro assurde smosse dalla crisi nel 2008 e negli anni successivi e fino a oggi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui