Come anticipato nelle ore passate il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Enrico Giovannini ha incontrato le parti sociali e aperto la discussione in merito alla modifica delle forme contrattuali, in particolare di quelle che saranno utilizzate dalle imprese nel corso dell’ Expo 2015.

> Guida al Decreto Occupazione

Il Ministro Giovannini, tuttavia, è stato anche molto chiaro nello stabilire un termine di scadenza per le consultazioni, dichiarando che entro il mese di settembre dovrà già essere definito un piano preciso, pena l’ immediato intervento del Governo e del Parlamento sulla questione.

L’ invito del Ministro è stato quindi raccolto con sicurezza dai rappresentanti sindacali di Cisl e Cgil, Raffaele Bonanni e Susanna Camusso.

Guida al Decreto Occupazione: l’ ammontare degli incentivi per le nuove assunzioni

L’ Expo 2015, del resto, si pone oggi come una straordinaria possibilità di impiego per numerosi giovani, anche se già da tempo viene visto come un terreno di scontro politico, sulla base del fatto che potrebbe indurre a troppa flessibilità sul piano della contrattualistica, già revisionata dalle recenti norme incluse nel Decreto Lavoro.

Il Ministro, dal canto suo, ha già prospettato due soluzioni sulle quali potrebbe essere siglato l’ accordo tra le parti sociali: si è parlato infatti di forme di apprendistato breve, ridotto a soli due anni, e sgravi contributivi per le aziende per la trasformazione dei contratti a tempo determinato in indeterminato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui