Home Finanza Personale Conti correnti Il conto corrente ordinario per i clienti non consumatori

Il conto corrente ordinario per i clienti non consumatori

Il conto corrente che stiamo per descrivere non è indicato per i consumatori, come dice il titolo stesso e la banca spiega che un eventuale fido collegato al conto, prevede un ISC del 18,97 per cento. Ci sono poi dei costi da sostenere e delle spese per i servizi che al contrario sono erogate gratuitamente.

Il conto corrente davvero giovane di Tercas

Non costa nulla l’apertura del conto, non ci sono spese da sostenere mensilmente e sono gratis sia le operazioni, sia il conteggio di interessi e competenze, sia il canone mensile. Le operazioni per la gestione della liquidità, dunque, costano zero e sono gratis anche i conteggi di interessi e competenze. Il canone esiste soltanto per la carta pagoBancomat di circa 15 euro. Non si pagata il servizio di Internet Banking, a patto che non si voglia il dispositivo e non si voglia fare trading online, in questi due casi si pagheranno nel primo esempio 1 euro e nel secondo 2,5 euro.

Il conto corrente spiegato dalla Tercas

Tra le altre spese annoverate dalla banca in relazione a questo prodotto, si contano le spese trimestrali di tenuta conto pari a 50 euro, le commissioni sul’invio del messaggio relativo all’assegno, più le altre commissioni sugli assegni.

Il bonifico sulla banca, invece, non prevede alcuna commissione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui