Un prestito personale molto interessante per questo periodo è quello offerto da Cofidis destinato ai lavoratori autonomi, ai dipendenti e ai pensionati. Si tratta di un finanziamento concesso per le spese di arredamento, ristrutturazione della casa, per l’acquisto di un’auto nuova oppure di un’auto a chilometro zero. I soldi, però, precisa la compagnia, possono essere usati anche per l’acquisto di un’auto usata.

 La fiducia degli italiani sta peggiorando

L’importante è non superare i limiti minimi e massimi del prestito che deve oscillare necessariamente tra 2000 e 15000 euro. Il tasso annuo nominale è del 6,50 per cento per i prestiti rimborsati in 12 mesi e sale man mano che si allunga il piano di rimborso. Sarà quindi del 6,55 per cento i prestiti a 18 mesi, oppure del 6,60 per cento per i prestiti a 24 mesi e del 6,65 per cento per i prestiti a 30 mesi. E via così fino al tasso del 7 per cento per i prestiti a 72 mesi.

 Osservatorio Findomestic su casa e arredamento

L’istruttoria della pratica è gratuita ma deve essere corrisposta l’imposta sostitutiva di 14,62 euro. Non ci sono spese mensili e poi bisogna pensare a spese annuali di 1,81 euro. Non è prevista la sottoscrizione di una polizza in aggiunta al finanziamento ma la finanziaria si riserva l’opportunità di chiedere la presentazione di una fideiussione bancaria.

Deve essere assicurato l’1 per cento del capitale residuo.

Commenti