L’assicurazione RC per organizzatori e intermediari di viaggio

ERV ha presentato la nuova assicurazione professionale per la responsabilità civile per coloro che esercitano la professione di organizzatori ed intermediari di viaggio.

18 Novembre 2013 09:480 commentiVisualizzazioni: 86

 Il mondo della assicurazioni si fa sempre più vasto e, al tempo stesso, specializzato. Tra le assicurazioni rivolte al mondo professionale è infatti nata recentemente una nuova soluzione, rivolta in particolare alle esigenze di protezione di coloro che svolgono attività nel settore viaggi

L’assicurazione professionale per commercialisti di AXA Assicurazioni

Si tratta di una assicurazione per la responsabilità civile per coloro che esercitano la professione di organizzatori ed intermediari di viaggio. La polizza in questione è stata recentemente proposta dalla compagnia assicurativa ERV.

L’assicurazione professionale per medici e infermieri di AXA Assicurazioni

Si tratta di un prodotto sviluppato in collaborazione con i soci di Federviaggio, il cui scopo è quello di proteggere gli assicurati da eventuali richieste di risarcimento danni per eventi derivanti dalla responsabilità civile, ovvero, in particolare, obblighi contrattuali, extra – contrattuali e obblighi nei confronti dei prestatori di opera.

L’assicurazione RC, del resto, è obbligatoria per tutti coloro che operano nel settore. Ma questa polizza si presenta come un prodotto più versatile e aggiornato rispetto alle norme più recenti che appartengono al Codice Civile e al Codice del Turismo. E’ stata sviluppata infatti anche grazie al supporto di un team di legali.

L’assicurazione professionale ERV per organizzatori e intermediari di viaggio, inoltre, non è rivolta solo a coloro che operano in Italia, ma a coloro che operano all’interno dello spazio dell’Unione Europea.

Tra le novità incluse nella polizza, ad esempio, la copertura relativa al minor valore della prestazione erogata rispetto a quella pattuita, uno dei sinistri più frequenti in ambito turistico e quella relativa ai danni che si verificano nei Paesisconsigliati” per il turismo.

 

 

 

 

Abbiamo parlato di: ,