La crisi economica continua a mettere in difficoltà i bilanci mensili delle famiglie italiane e per questo motivo, in questo periodo di maggiori spese dovute alla riapertura delle scuole, le amministrazioni italiane intervengono a sostegno dei nuclei familiari. Particolare in questo senso è l’iniziativa promossa dal Comune di Perugia, che in questo momento è guidato dall’amministrazione Romizi. 

Gli italiani tagliano anche i costi dell’alimentazione per la crisi

Il Comune di Perugia ha infatti stanziato risorse per 200 mila euro per aiutare le famiglie in difficoltà. Verranno cioè erogati una serie di bonus dal valore compreso tra i 50 e i 200 euro mensili, a seconda del reddito, per poter aiutare le famiglie e le persone anziane nelle spese correnti o impreviste. L’erogazione del bonus avrà una durata da tre mesi a sei mesi. 

Cala il consumo della benzina a causa della crisi

L’intervento di sostegno a tre mesi è previsto per i nuclei familiari che hanno un ISEE compreso tra 0 e 5.500 euro. L’intervento a sei mesi, invece, si rivolge a persone e famiglie la cui situazione economica è compresa nella fascia ISEE tra 0 e 7.500 euro, anche se per questi ultimi sono previsti in aggiunta interventi di inclusione sociale e lavorativa.

Tutte le informazioni in merito a questo progetto, compresi i diversi bandi per la partecipazione saranno rese note a partire dal 15 di settembre. Il mese corrente, tuttavia, sarà il primo mese di attuazione del progetto e di erogazione del bonus. Per il sostegno a tre mesi sono stati stanziati al momento 73 mila euro, che verranno erogati con buoni pronti del valore di 50 – 150 euro l’uno, mentre per il sostegno a sei mesi i buoni avranno un valore di 100 – 200 euro l’uno e i fondi a disposizione sono pari a 124 mila euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui