Sempre più alto il numero delle imprese italiane che trasloca all’estero

Sta diventando sempre più massivo in Italia il fenomeno delle imprese che, colpite dalla crisi economica, decidono di traslocare in uno o più paesi esteri, a seconda della struttura, in cerca di migliori e maggiori profitti. Questo trend, operante nel nostro paese almeno a partire dal 2004, è oggi diventato un importante dato di fatto.

Con i mutui della Cdp saranno acquistate 44mila case

 Il Decreto IMU arrivato a definizione solo pochi giorni fa ha introdotto, tra le altre cose, anche numerose novità per il settore edile e  quello immobiliare, pesantemente colpiti dai rovesci della crisi. Una delle misure previste dal decreto consiste infatti in una facilitazione e in una ripresa dell’accesso ai mutui, i finanziamenti ipotecari per l’acquisto di immobili di tipo residenziali.

Per Squinzi la stagione dell’ economia è nera

Dopo il verdetto emesso dagli americani di Standard & Poors, che hanno assegnato un outlook decisamente negativo all’ Italia e alle sue prospettive di ripresa economica, anche il presidente di Confindustria vede una stagione economica decisamente nera per l’ Italia.

Per l’ANCE l’IMU va tolta anche su capannoni e invenduto

Si è tenuto ieri sera a Palazzo Chigi il primo vertice di maggioranza del nuovo Governo Letta. Ma proprio in vista della prossima approvazione del decreto legge sulla sospensione della rata IMU di giugno sulla prima casa, la discussione sul tema degli immobili ha trovato nuovi temi e nuovi interlocutori.

> Primo vertice di maggioranza per il nuovo Governo Letta

L’ ANCE, l’ Associazione Nazionale dei Costruttori Edili ha, infatti, richiesto, attraverso le parole del suo Presidente Paolo Buzzetti, la cancellazione dell’ Imposta Municipale anche sull’ invenduto delle società di costruzioni e sui capannoni industriali, che sono i beni strumentali delle imprese.

> Il congelamento dell’IMU ricadrà sulle imprese?

Il congelamento del tributo per i possessori di prima casa e la sua sospensione fino a settembre, come previsto dal Governo, non “basta” dunque per il mondo dell’ imprenditoria edile italiana, per il quale sarebbe in aggiunta necessaria una approfondita revisione catastale, dal momento che vi sono oggi città in cui l’ IMU è più alta in periferia piuttosto che in centro.

Le richieste presentate dall’ ANCE sono del resto in linea con quelle che in questi giorni vengono sollevate da più fronti nel mondo delle imprese italiane. Lo stesso Ministro Zanonato, tuttavia, presente all’ ultimo convegno ANCE, ha affermato che la situazione merita di essere ulteriormente ragionata e studiata.