Con la disoccupazione al 13% la ricerca di un lavoro è diventata un’impresa praticamente impossibile ma, nella schiera sempre più folta di scoraggiati che non cercano lavoro o che si accontentano di ciò che trovano, è ancora possibile sognare di trovare il lavoro, e il datore di lavoro, perfetto.

A dirlo è un’indagine condotta dalla Randstad, una delle principali realtà nella fornitura di servizi per le risorse umane, che ha delineato quali sono i settori di maggiori interesse per chi sta cercando un lavoro e i fattori di scelta  presi in considerazione dai potenziali dipendenti nella scelta del datore di lavoro.

I settori per i quali si sta manifestando un maggiore interesse da parte di chi cerca lavoro sono quelli della moda e del lusso, in cui vorrebbe lavorare il 60% degli intervistati, seguiti dai media (56% delle preferenze)  e dall’elettronica (55%).

Questi settori sembrano essere quelli che più di tutti rispecchiano le caratteristiche ricercate da chi è alla ricerca di un lavoro, che, secondo la Randstad, sono: la sicurezza del posto di lavoro, lo stipendio, un’atmosfera di lavoro piacevole, il work-life balance (equilibrio tra lavoro e vita privata), la solidità finanziaria e un contenuto di lavoro interessante.

Thales, Ferrero e Feltrinelli, le aziende dove tutti vorrebbero lavorare

Inoltre, l’indagine ha rilevato che chi sta cercando un lavoro vorrebbe un datore di lavoro che sia onesto ed affidabile, soprattutto le donne, mentre gli uomini cercano, oltre a queste caratteristiche, intelligenza e un alto profilo.

Nel complesso, la maggior parte degli intervistati, il 69%, ha dichiarato che la caratteristica fondamentale per la scelta di un lavoro è la possibilità di svolgere una mansione che sia in linea con le proprie inclinazioni, fattore che ha battuto nelle preferenze l’alta rimuneratività, considerata imprescindibile solo dal 20% degli intervistati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui