Home News Assegno temporaneo da INPS: alcuni chiarimenti a fine luglio

Assegno temporaneo da INPS: alcuni chiarimenti a fine luglio

Ci sono alcuni chiarimenti da portare alla vostra attenzione, a proposito di un argomento come quello dell’assegno temporaneo che potrete ricevere direttamente da INPS per i figli da 0 a 18 anni. Sostanzialmente, di recente è stato annunciato che gli utenti costretti a chiedere aiuto, possono toccare con mano una nuova tipologia di sostegno. Per farvela breve, dal 1° luglio, INPS offre alle famiglie italiane un nuovo sostegno accessibile e di facile richiesta. Cerchiamo di capire in modo dettagliato di cosa si tratti.

Assegno temporaneo

Tutti i dettagli del caso sull’assegno temporaneo da INPS

Parlando di assegno temporaneo, alcuni utenti hanno posto quesiti del genere: “Cosa si intende per figlio a carico ai fini dell’assegno temporaneo? Fiscalmente a carico, quindi di cui si percepisce detrazione fiscale, oppure convivente senza reddito?”. INPS ha cercato di chiarire in primis un aspetto del genere: “Convivente senza reddito anche perché è minorenne”.

Altre persone hanno fatto sapere invece che con gli attuali criteri, il rischio è di essere tagliati fuori da tutti i discorsi relativi all’assegno unico. Anche qui la risposta di INPS non si è fatta attendere ed è stata particolarmente chiara: “Nessuno è tagliato fuori. Le categorie al momento non incluse possono richiedere (o già percepiscono) ANF con maggiorazione e dal 1 gennaio potranno fare domanda per l’assegno unico”.

Ci sono stati poi altri riscontri da INPS per quanto concerne altri aspetti riguardanti queste forme di agevolazione per aiutare gli italiani, soprattutto in un momento storico come questo. Basti pensare ad una replica giunta di recente per una categoria specifica di italiani che hanno provato ad approfondire la propria situazione: “Fino al 31 dicembre i lavoratori dipendenti continueranno a percepire e richiedere ANF con maggiorazione. Dal 1 gennaio potranno richiedere assegno unico”.

Infine, a tutti coloro che si lamentano degli uffici INPS chiusi al pubblico per ottenere maggiori informazioni sull’assegno temporaneo, proprio INPS replica come segue: “I nostri uffici non sono chiusi al pubblico e come più volte indicato anche su questa pagina è possibile recarsi presso qualsiasi sede pregio prenotazione appuntamento. Inoltre ci sono altri servizi come web meeting ecc che permettono contatti a distanza”.

Dunque, ci sono tanti aspetti da prendere in esame, in attesa che sia possibile sciogliere ogni dubbio sulla questione dell’assegno temporaneo e su tutte le altre agevolazioni previste per il pubblico in un momento del genere. Staremo a vedere se da INPS arriveranno altri riscontri utili in questo particolare contesto a stretto giro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui