Home News Italia Bollette della luce alle stelle. Cosa si paga realmente?

Bollette della luce alle stelle. Cosa si paga realmente?

Complice anche la perdurante situazione di crisi economica nel paese, gli italiani sono sempre più attenti ai soldi che escono dalle loro tasche. Si controlla ogni minima spesa per riuscire a far quadrare i conti a fine mese e spesso ci si trova a dover rinunciare a ciò che si vuole o ciò che serve per riuscire a coprire, prima di tutto, i costi necessari, ovvero quelli per la casa e le utenze.

Sono questi ultimi che spesso mettono in difficoltà le famiglie, dato che negli ultimi tempi il prezzo dell’energia è diventato sempre più alto.

Secondo Guido Bortoni, presidente dell’Autorità per l’Energia Elettrica e per il Gas (AEEG), gli importi delle bollette che arrivano agli italiani sono troppo alti e la colpa non è dell’aumento del prezzo dell’energia, ma delle tasse che sono applicate: il gettito delle componenti parafiscali collegate alle bollette elettriche delle famiglie è stato di più di 11 miliardi nel 2012 e più di 13,7 miliardi nel 2013, il che ha fatto sborsare agli italiani il 20% in più di quanto si dovrebbe pagare realmente l’energia.

Il picco degli aumenti si è avuto negli ultimi quattro anni, quando, cioè, le tasse applicate sulle bollette sono passate da circa il 7% al 20%, arivando, praticamente, a far triplicare il loro importo in bolletta.

 Conviene cambiare gestore per l’energia elettrica?

A cosa servono le tasse che si pagano con le bollette di gas e luce?

Questo tipo di tasse, spiega Bortoni, serve per il finanziamento delle fonti rinnovabili, fotovoltaico in primis, ma anche al nucleare, alle agevolazioni per le famiglie disagiate e alle aziende energivore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui