Nel 2014 i rendimenti dei Fondi pensione sono stati chiusi al 7% mentre il TFR è fermo all’1 per cento. Ci sono adesso da calcolare i correttivi per gli aumenti fiscali previsti dalla Legge di Stabilità. Proviamo a fare un riassunto della situazione prima che diventi operativo il TFR in busta paga. 

Per dare slancio ai consumi con un decreto del Presidente del Consiglio si darà la possibilità ai dipendenti di avere il TFR in busta paga anche se più di un critico ha fatto notare come questo anticipo della liquidazione sullo stipendio possa non essere del tutto conveniente.

Tfr in busta paga: 50.000 italiani al bivio

Se si facesse un confronto tra fondi pensione e TFR rispetto ai rendimenti del 2014, si noterebbe con facilità che i fondi pensione sono nettamente più convenienti perché nel 2014, al netto dell’aliquota fiscale dell’11 per cento, il trattamento di fine rapporto si è rivalutato dell’1 per cento mentre la pensione integrativa ha subito una rivalutazione del 7 per cento.

I calcoli sono stati fatti sulla base delle aliquote fiscali del 2014, senza tenere a  mente la legge di Stabilità  che aumenta la tassazione dall’11,5 al 20 per cento, tranne che per i titoli di stato ai quali si applica un aliquota del 12,5%, che va a bilanciare gli incrementi dei crediti d’imposta per i fondi che fanno investimenti a medio e lungo termine.

La rivalutazione al 7% dei fondi pensione negoziali, è una media tra i diversi prodotti, poi da un fondo all’altro ci sono delle differenze anche elevate: per esempio la linea bilanciata di Confapi propone il 12,4% ma c’è anche il fondo Espero per i dipendenti della scuola allo 0,8%. I fondi pensione che hanno assicurato rendimenti superiori al 10% sono i seguenti:

  • bilanciato azionario Alifond (industria alimentare);
  • garantito Byblos (carta e aziende grafico editoriali);
  • garantito Cometa (metalmeccanici e orafi);
  • bilanciato Eurofer (Ferrovie dello Stato);
  • bilanciato obbligazionario e bilanciato azionario Foncer (industria piastrelle);
  • bilanciato obbligazionario e bilanciato Fondapi (aziende Confapi);
  • bilanciato Fondoposte;
  • azionario Fondosanità;
  • bilanciato Fonte (commercio, turismo e servizi);
  • azionario Fopen (dipendenti Enel);
  • bilanciato obbligazionari etici e bilanciati Laborfons (dipendenti pubblici e privati Trentito Alto Adige);
  • bilanciati Pegaso (gas, acqua, elettricità);
  • bilanciato Prevaer (operatori aeroportuali);
  •  bilanciato Prevedi (edilizia);
  •  bilanciato obbligazionario Previambiente (igiene ambientale);
  •  bilanciato obbligazionario Previcooper (distribuzione cooperativa);
  •  bilanciato azionario Quadri e capi FIAT.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui