L’appuntamento è fissato per oggi pomeriggio alle 18, quando il Consiglio dei Ministri si riunirà per discutere del DEF, il documento di Economia e Finanza in cui si programma il reperimento delle risorse per i piani che il Gevorno di Matteo Renzi vuole mettere in pratica nei prossimi mesi per far ripartire l’economia italiana.

Il DEF sta facendo molto discutere, soprattutto dopo che ieri il commissario Cottarelli ha parlato di una perdita di circa 2,5 miliardi di potenziale risparmio sulla spesa pubblica.

► Spending review, tagliati 2,5 miliardi di risparmi

Matteo Renzi ha risposto questa mattina: le coperture ci sono, fin dal primo momento in cui i piani di riforma sono stati proposti e questa sera durante il Consiglio dei Ministri verranno discusse, ma sempre lasciando come priorità la spending review e gli aiuti alle famiglie a basso reddito.

I tagli alla spesa pubblica, almeno secondo Renzi e secondo il Ministro dell’Economia, saranno tutti confermati, partendo dai tagli previsti agli stipendi dei manager pubblici e alle auto blu.

Un altro punto su cui il premier non intende transigere è il mantenimento della promessa fatta sul taglio dell’Irpef per i lavoratori dipendenti: l’aumento di 80 euro in busta paga ci sarà.

► Programma Governo Renzi: a maggio la detrazione Irpef

Matteo Renzi, quindi, nonostante critiche, polemiche e conti che non sempre sembrano essere dalla sua parte, continua per la sua strada delle riforme, sostenendo che il sistema Italia ha lanciato segnali di cedimento già da tempo e che è arrivato il momento di prendere delle decisioni sofferte ma necessarie, partendo da tutti coloro che in questi ultimi anni hanno avuto troppo e che dovranno restituire a favore di chi è in vera difficoltà economica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui