Fiat Auto Poland taglia 1.500 posti di lavoro

Home > Lavoro > Mercato del Lavoro > Fiat Auto Poland taglia 1.500 posti di lavoro

Lo stabilimento polacco di Tychy taglierà 1.500 posti di lavoro. La riduzione del personale è stata comunicata ieri ai sindacati dai quadri dell’azienda, che hanno anche espresso la volontà di trovare una soluzione per una ottimale gestione degli esuberi.

1.500 dipendenti vuol dire un terzo del personale in forze allo stabilimento. Lo stabilimento di Tychy è sempre stato preso a modello di efficienza per gli stabilimenti italiani ma l’andamento dei mercati e le previsioni negative stanno determinando delle forti difficoltà in Fiat Auto Poland che vede ridotta la sua produzione a fronte di una domanda minore, nonostante

Fiat 500 continui ad essere una delle vetture più apprezzate nel suo segmento e che continui nello stabilimento la produzione della Lancia Ypsilon e della Ford Ka, sarà necessario modificare l’organizzazione dello stabilimento passando da tre a due turni lavorativi, e rivedere la struttura commerciale che sarà adattata allo scenario attuale

Il problema è la produzione della Panda: le vendite sono aumentata, ma il modello nuovo è prodotto in Italia, a Pomigliano, nello stabilimento polacco si produrrà solo il vecchio fino a fine dicembre, per dare modo agli stabilimenti italiani di assumere i lavoratori campani, e non solo, che in questo momento sono in cassa integrazione (1.400 i lavoratori ancora in cassa integrazione a Pomigliano, che dovrebbero essere assunti entro il luglio del 2013, i 2mila assunti alla Fip, più i dipendenti di Melfi e Cassino).

 

 

Lascia un commento