Home Finanza Personale Prestiti e Finanziamenti Finanziamenti: aumentano le richieste per i mutui

Finanziamenti: aumentano le richieste per i mutui

La grave crisi economica che ha investito l’Italia nel 2020 dovuta all’ epidemia da Coronavirus ha avuto, tra le sue conseguenze, anche un aumento di richiesta per mutui e finanziamenti.

Una statistica della Banca d’ Italia relativa al primo trimestre del 2020 ha messo in luce un aumento delle domande di mutui pari al 9,8% rispetto agli stessi dati del 2019; il trend di crescita si è mantenuto stabile anche nella seconda parte dell’anno, confermando una tendenza inequivocabile alla crescita.

Finanziamenti

Chiedere un mutuo conviene

Chiedere un mutuo nel 2021 conviene come mai prima d’ ora. I tassi bassi e convenienti attirano gli italiani, che sono propensi ad accendere un finanziamento sebbene il momento economico non si prospetti particolarmente roseo.

I tassi di interesse sono, come certifica l’ Abi (ovvero l’ Associazione Bancaria Italiana), al minimo storico rispetto alla media degli ultimi dieci anni: se, infatti, nel 2007 avevano raggiunto un picco massimo del 5,72%, l’ anno appena passato ha visto attestarsi la cifra minima di 1,26%.

Un ulteriore elemento a favore dell’ accensione di un mutuo nel 2021 è la progressiva convergenza tra tasso fisso e tasso variabile. Se, infatti, il mutuo a tasso variabile è sempre stato caratterizzato da una maggior convenienza rispetto al suo corrispettivo fisso (a fronte, però, di maggior incertezza e variabilità), ora queste tipologie si trovano quasi a essere ugualmente convenienti. Con la differenza che un finanziamento a rata fissa consente sogni (relativamente) più tranquilli.

Naturalmente, anche in questo momento favorevole, prima di accendere un mutuo è necessario informarsi adeguatamente sulle diverse possibilità che si hanno a disposizione: a tal proposito, in questa categoria di Chescelta.it è possibile trovare guide approfondite sulle varie tipologie di finanziamento, così da individuare con facilità la più adatta alle proprie esigenze.

Crescono anche le surroghe

La forte crescita di richiesta di mutui è sostenuta da un altrettanto solido exploit nella richiesta di surroghe. La surroga (nota anche con la definizione di “portabilità di mutuo ipotecario”) è la possibilità, consentita dalla legge, di trasferire un finanziamento aperto in un certo istituto di credito per l’acquisto di un immobile, ad un altro, qualora le condizioni economiche risultassero più convenienti. Il tutto senza il pagamento di oneri accessori.

I tassi di interesse particolarmente convenienti hanno spinto le famiglie italiane a ricercare, tra le varie offerte bancarie, le condizioni migliori.

Perché i tassi calano

La ragione del calo generalizzato dei tassi per i finanziamenti e la particolare convenienza che caratterizza questi ultimi mesi è da ricercare nelle misure di sostegno all’ economia attuate dal Governo italiano e dall’ Unione Europea.

La commissione europea, in particolare, ha votato a favore di un taglio del costo del denaro e di un’ingente immissione di moneta nel mercato. L’ effetto di questa politica di sostegno all’ economia è stato, tra gli altri, anche il mantenimento dei tassi di interesse e dei costi sotto il livello di guardia.

Le varie tipologie di mutuo

Non è sempre facile orientarsi tra le varie tipologie di mutuo. Fra le varie opzioni che abbiamo a disposizione ci sono:

  • Il mutuo al 90% –  la banca copre fino al 90% del costo per l’ acquisto di un immobile ma vengono richieste solide garanzie economiche.
  • Il mutuo al 100% – la banca copre il 100% del costo d’ acquisto di un immobile ma chiede, di contro, garanzie di solvenza molto stringenti.
  • Il mutuo a tasso zero – non si devono restituire gli interessi sulla somma erogata quindi risulta molto conveniente. Il lato negativo? Lo possono richiedere solo certe categorie di persona in condizioni economiche svantaggiate.
  • Il mutuo con ipoteca di secondo grado – la banca concede il prestito solo se si accetta di sottoscrivere un’ ipoteca di secondo grado.
  • Il mutuo chirografario – è un mutuo senza interessi sottoscritto attraverso una scrittura privata.
  • Il mutuo senza ipoteca – fra questa tipologia, molto difficile da ottenere in banca, rientra il prestito personale.
  • Il mutuo senza anticipo – è riservato alla fascia di età più giovane che non ha la liquidità necessaria per versare un anticipo consistente per l’acquisto della prima casa.
  • Il mutuo come affitto – anche detto “affitto con riscatto”, consente di pagare una rata mensile come affitto di un immobile, per poi decidere di acquistarlo successivamente al netto delle rate già pagate.

In conclusione, la congiunzione economica iniziata nel 2020, caratterizzata dalle politiche espansive intraprese da Governo ed Unione Europea, rendono la scelta di richiedere un mutuo o un finanziamento particolarmente conveniente anche nel 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui