Valuta

La valuta è un termine generico con il quale sono indicate le unità di scambio che hanno la funzione di facilitare il trasferimento di beni e servizi. Nella sua accezione comune il termine è associato con le monete.

28 novembre 2012 18:530 commentiVisualizzazioni: 40

La valuta, ossia l’unità di scambio per i beni e i servizi, viene solitamente emessa da singoli stati o da un gruppo di stai che decidono di darsi una moneta unica per la libera circolazione delle merci all’interno del mercato comune (il caso più vicino che abbiamo è quello dell’euro). Ogni valuta è suddivisa in multipli e sottomultipli.

Solitamente in ogni stato l’emissione di valuta è compito della banca centrale del paese, che lo fa in regime di monopolio, anche se ci sono dei casi in cui, all’interno della singola nazione, sono più istituti ad avere i requisiti per l’emissione.

Un secondo utilizzo del termine valuta è quello che si usa per indicare il denaro straniero posseduto dalle banche, dagli istituti di credito e dai cittadini di uno stato, che può essere sia in forma di denaro contante che in forma di titoli di credito. Le banche centrali dei diversi stai hanno una riserva di valuta straniera, della quale si servono per elargirla ai cittadini o alle aziende che ne facciano richiesta e anche come garanzia del valore della valuta nazionale.

Dal momento che può accadere che in diversi paesi si usino monete diverse ma con lo stesso nome (il dollaro americano e quello canadese ne sono un esempio), l’Organizzazione Internazionale per le Standardizzazioni ha deciso di studiare un sistema che pretermesse una identificazione univoca di ogni valuta.

E’ nato così il sistema ISO 4217 che ad ogni valuta di un paese associa un codice di lettere che ne, per le prime due cifre, è il codice ISO 3166-1 identificativo della nazione, e per la terza lettera si usa l’iniziale della nazione in questione.

Abbiamo parlato di: ,