Cosa accadrà al Bitcoin ora che il terzo halving è avvenuto? Nello specifico ha avuto luogo alle 21:23 italiane dello scorso 11 maggio. Come predetto esso è avvenuto sul blocco 630 mila, minato da AntPool.

Premi dimezzati per i miner

Tutto è andato secondo previsto e dal momento sopracitato il premio per il mining di un blocco di Bitcoin è sceso a 6,25 BTC rispetto ai 12,5 pagati precedentemente. Questo sarà il premio fisso per i miner fino al prossimo halving che avverrà al raggiungimento dei prossimi 210 mila blocchi minati. Quando al blocco 840 mila il premio verrà dimezzato ancora scendendo a 3,125 Bitcoin.

Tecnicamente parlando l’halving non è solo il dimezzamento del premio dei niner: si tratta di un avvenimento che avrà un’influenza specifica sulla creazione di altri esemplari di questa moneta digitale.

Una delle prime cose che avverranno è il calo della creazione di nuovi Bitcoin giornalieri. Si passerà Infatti da 1800 a 900: secondo gli esperti questo porterà a far scendere il tasso di inflazione della massa monetaria di Bitcoin sotto il 2% annuo rispetto al 3,5% finora registrato.

E non solo: a causa della riduzione del volume di valuta creata, dopo questo terzo halving si dovrebbe registrare anche una riduzione dell’offerta di Bitcoin sul mercato. Questo avviene perché molto spesso i miner vendono i Bitcoin ricevuti in premio per la loro attività proprio per poterla finanziare.

Andamento Bitcoin dopo halving

Ciò che si sta condividendo non è nozionistica fine a se stessa: essa rappresenta la base per capire quello che sarà l’andamento della valuta digitale nelle prossime settimane. Non bisogna dimenticare che se la domanda di Bitcoin nel mercato valutario dovesse rimanere costante aumentare, si potrebbe raggiungere un incremento del prezzo della valuta.

Va anche sottolineato che negli scorsi halving l’aumento del prezzo dei Bitcoin non è avvenuto immediatamente ma sono state necessarie alcune settimane. In questo caso specifico bisogna considerare che già nei giorni scorsi è stato registrato un aumento del prezzo di Bitcoin seguito poi da un ritracciamento.

Si sa, non è solo l’halving a influenzare l’andamento del Bitcoin: in questo caso specifico è infatti, tra le altre cose, necessario tenere conto quella che è la situazione finanziaria mondiale, caratterizzata da una crisi importante dovuta dalla pandemia di coronavirus.

Sono diversi i fattori che nelle prossime settimane e nei prossimi mesi regoleranno l’incremento o la diminuzione del prezzo del Bitcoin: sarà importante seguire con attenzione la situazione, al fine di muoversi in modo adeguato nel mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui