L’Analista Finanziario: guidare il business dati alla mano

13 febbraio 2018 17:450 commentiVisualizzazioni: 157

L’analista finanziario è una figura che si sta sempre più facendo spazio nel mondo del lavoro. La carriera nel settore finanziario può aprire a chi lo desidera diverse possibilità. Questa figura non si occupa solo dello “studio del bilancio” delle aziende e delle società dalle quali è chiamato a operare ma svolge una funzione di consulenza a cui è riconosciuta una sempre maggiore importanza.

Per poter accedere a questa professione bisogna seguire uno specifico percorso formativo che permette di conoscere a fondo i vari aspetti necessari allo svolgimento corretto del lavoro. Sul blog dell’Università Niccolò Cusano, è possibile trovare una guida approfondita su come diventare analista finanziario.

Un dato certo, per l’approccio corretto a questa professione è l’attitudine allo studio delle materie economiche, statistiche e matematiche, fulcro centrale del percorso di studi d’affrontare per riuscire ad impiegare tutti gli strumenti necessari a un analista finanziario.

Qual è il compito dell’analista finanziario

Il compito principale dell’analista finanziario è di fornire consulenze che possano indirizzare l’attività della società o dell’azienda verso opportunità d’investimento realmente redditizie. Molte aziende, oggi si affidano a questa figura professionale, in quanto questi possono studiare il business della società attraverso dati concreti e precisi.

Un buon analista deve, attraverso l’analisi del bilancio, lo studio delle prospettive economiche e della redditività, fornire all’azienda tutto il materiale per procedere a una proiezione futura sugli investimenti, sulle opportunità di guadagno e sul valore della società al momento dell’analisi.

Oltre ad avere conoscenze strettamente economiche, matematiche e di analisi, un analista finanziario dev’essere anche informato sulla legislazione fiscale vigente nel paese in cui opera, avere conoscenze di diritto tributario e societario. Solo con questo ampio bagaglio di informazioni la sua attività può permettere realmente la crescita dell’azienda.

Anche chi opera nel settore marketing di un’azienda ha bisogno dell’analista finanziario, perché è attraverso quei dati che poi si procede alla realizzazione di un piano di business nel lungo o breve periodo.

Analista finanziario: tra le figure più richieste nel mondo del lavoro

Secondo quanto riportato da un articolo del Sole 24 ore, tra le figure maggiormente richieste dalle aziende c’è proprio quella dell’analista finanziario. Un’analista è necessario all’azienda per determinare la struttura del capitale di una società, inoltre è in grado di consigliarle su vari campi da quelli dei finanziamenti, sino alla strutturazione di un piano di business.

L’analista finanziario dimostra di essere tra le figure più complete in questo campo. Molti analisti devono ogni giorno effettuare analisi di bilancio e gestire il business plan dell’azienda. Non solo, questi si occupano anche delle ricerche di mercato e delle analisi dei settori industriali e commerciali. In base al ruolo ricoperto all’interno dell’azienda, dall’analista junior o senior, si ampliano le competenze che deve avere un’analista finanziario. I senior, spesso devono essere in grado di relazionarsi con i partner finanziari e industriali, devono acquisire nuovi assets, e promuovere lo sviluppo commerciale dell’azienda.

Quanto guadagna un analista finanziario?

La figura dell’analista finanziario, oltre a essere molto ricercata è anche ben pagata. Una volta concluso il percorso di studi, aver effettuato i vari stage sul campo al fine di affinare le proprie capacità, allora si potrà ambire all’ottenimento di stipendi al di sopra della media nazionale. Le retribuzioni stimate per questa figura prevedono: un guadagno tra i 30 e i 50 mila euro all’anno per coloro che hanno più di un anno di esperienza. Uno stipendio annuo tra i 50 e i 70 mila euro per coloro che hanno più di 4 anni di esperienza. Infine, per le posizioni senior, lo stipendio può arrivare e superare i 90 mila euro annui.