Home News Milioni di vaccini AstraZeneca bloccati negli USA e richiesti dall’Europa

Milioni di vaccini AstraZeneca bloccati negli USA e richiesti dall’Europa

C’è una nuova questione da prendere seriamente in esame, per quanto concerne i tanto discussi vaccini AstraZeneca. Decine di milioni di dosi del vaccino contro il coronavirus prodotto dalla società britannico-svedese AstraZeneca sono sedute pigramente negli stabilimenti di produzione americani, in attesa dei risultati della sua sperimentazione clinica negli Stati Uniti mentre i paesi che ne hanno autorizzato l’uso chiedono l’accesso.

Vaccini AstraZeneca

Le ultime sui vaccini AstraZeneca bloccati negli Stati Uniti

Il destino di quelle dosi di vaccino di AstraZeneca è oggetto di un intenso dibattito tra la Casa Bianca e i funzionari sanitari federali, con alcuni che sostengono che l’amministrazione dovrebbe lasciarli andare all’estero dove sono disperatamente necessari mentre altri non sono pronti a rinunciarvi, secondo senior. funzionari dell’amministrazione. AstraZeneca è coinvolta in queste conversazioni.

“Comprendiamo che altri governi potrebbero aver contattato il governo degli Stati Uniti per la donazione di dosi di AstraZeneca, e abbiamo chiesto al governo degli Stati Uniti di prendere in considerazione queste richieste”, ha detto Gonzalo Viña, un portavoce di AstraZeneca.

Circa 30 milioni di dosi sono attualmente imbottigliate presso la struttura di AstraZeneca a West Chester, Ohio, che gestisce il “riempimento-finitura”, la fase finale del processo di produzione durante la quale il vaccino viene posto in fiale, ha detto un funzionario a conoscenza delle scorte.

Sebbene il vaccino di AstraZeneca sia già autorizzato in più di 70 paesi, secondo un portavoce dell’azienda, la sua sperimentazione clinica negli Stati Uniti non ha ancora riportato risultati e la società non ha presentato domanda alla Food and Drug Administration per l’autorizzazione all’uso di emergenza. AstraZeneca ha chiesto all’amministrazione Biden di farle prestare dosi americane all’Unione Europea, dove non ha rispettato i suoi impegni di fornitura originari e dove la campagna di vaccinazione è fallita male.

L’amministrazione, per ora, ha negato la richiesta sui vaccini AstraZeneca, ha detto un funzionario. Alcuni funzionari federali hanno spinto la Casa Bianca a prendere una decisione nelle prossime settimane. I funzionari hanno discusso l’invio di dosi al Brasile, che è stato duramente colpito da un peggioramento della crisi del coronavirus , o all’Unione europea o alla Gran Bretagna.

“Se queste azioni di donazione dovessero procedere, chiederemo consiglio al governo degli Stati Uniti sulla sostituzione delle dosi da utilizzare negli Stati Uniti”, ha detto Viña. La Casa Bianca non ha risposto a una richiesta di commento sulla vicenda dei vaccini AstraZeneca. Vi faremo sapere nei prossimi giorni appena ne sapremo di più su un argomento così delicato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui