Home News Nuovi accordi per vaccini Pfizer in Europa contro il Covid 19

Nuovi accordi per vaccini Pfizer in Europa contro il Covid 19

Arriva in queste ore una presa di posizione importante sui vaccini Pfizer, in riferimento a ciò che avverrà in Europa e nei prossimi mesi. Pfizer Inc. (NYSE: PFE) e BioNTech SE (Nasdaq: BNTX) hanno annunciato ieri un accordo con la Commissione europea (CE) per fornire ulteriori 200 milioni di dosi di COMIRNATY®, il vaccino COVID-19, ai 27 paesi europei Stati membri dell’Unione (UE). La CE ha la possibilità di richiedere la fornitura di ulteriori 100 milioni di dosi.

vaccini Pfizer

Nuova svolta per i vaccini Pfizer in Europa

Questo nuovo accordo si aggiunge ai 300 milioni di dosi che sono già state impegnate nell’UE fino al 2021 nell’ambito del primo accordo di fornitura firmato lo scorso anno. Le ulteriori 200 milioni di dosi dovrebbero essere consegnate nel 2021, con una stima di 75 milioni da fornire nel secondo trimestre.

Il numero totale di dosi da consegnare agli Stati membri dell’UE entro la fine del 2021 è ora di 500 milioni, con le scorte potenziali che a questo punto potrebbero aumentare fini a 600 milioni in base all’opzione concessa nel nuovo accordo.

“Riconosciamo che più persone devono essere vaccinate il prima possibile per aiutare a sconfiggere questo virus e controllare la pandemia globale. Stiamo lavorando incessantemente per supportare l’ulteriore lancio di campagne di vaccinazione in Europa e nel mondo espandendo la capacità di produzione “, ha affermato Albert Bourla, Presidente e Amministratore delegato di Pfizer. “Con questo nuovo accordo con la Commissione europea, prevediamo ora di fornire dosi sufficienti per vaccinare almeno 250 milioni di europei entro la fine dell’anno”.

“Un ampio accesso a vaccini ben tollerati e altamente efficaci è essenziale per fermare la pandemia. Abbiamo intrapreso ulteriori misure per espandere la nostra capacità di produzione a due miliardi di dosi nel 2021″, ha affermato Ugur Sahin, MD, CEO e co-fondatore di BioNTech. “Inizieremo la produzione nel nostro stabilimento di Marburg questo mese e abbiamo rafforzato la nostra rete di produzione con altri partner. Stiamo continuando a valutare, insieme a governi, autorità e partner a tutti i livelli, come possiamo affrontare un fabbisogno futuro ancora più elevato per i nostri vaccini”.

COMIRNATY viene prodotto nei siti di produzione di BioNTech e Pfizer in Europa. La distribuzione di COMIRNATY da parte degli Stati membri dell’UE continuerà a essere determinata in base alle popolazioni identificate nelle linee guida dell’UE e nazionali. A livello globale, Pfizer e BioNTech mirano a produrre circa due miliardi di dosi in totale entro la fine del 2021, assumendo continui miglioramenti del processo, espansione nelle strutture attuali e l’aggiunta di nuovi fornitori e produttori a contratto e l’etichettatura a sei dosi aggiornata.

Il vaccino, che si basa sulla tecnologia mRNA proprietaria di BioNTech, è stato sviluppato sia da BioNTech che da Pfizer. BioNTech è il titolare delle autorizzazioni all’immissione in commercio nell’UE e il titolare delle autorizzazioni per l’uso di emergenza o equivalenti negli Stati Uniti, Regno Unito, Canada e altri Paesi prima di una domanda pianificata per le autorizzazioni all’immissione in commercio complete in questi paesi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui