Home News Pronto il vaccino Johnson & Johnson: la situazione in Italia e nel...

Pronto il vaccino Johnson & Johnson: la situazione in Italia e nel resto d’Europa

Tutto pronto per il vaccino Johnson & Johnson in Italia. I paesi europei si sono preparati mercoledì per iniziare a utilizzare il vaccino COVID-19 di Johnson & Johnson (JNJ.N) e accelerare le loro campagne di vaccinazione dopo che il regolatore europeo dei farmaci ha sostenuto l’iniezione e le consegne hanno iniziato a gocciolare dopo una settimana di pausa.

vaccino Johnson & Johnson

La situazione aggiornata sul vaccino Johnson & Johnson

Il ministero della salute tedesco ha dichiarato che inizierà a breve le consegne negli stati federali per l’uso nei centri di vaccinazione e che i medici di famiglia dovrebbero riprendere l’uso del vaccino a partire da mercoledì, mentre la Francia riceverà il vaccino dalla settimana successiva.

I Paesi Bassi hanno programmato di iniziare a usarlo la prossima settimana. Secondo i dati del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), a partire da mercoledì sono arrivate poco più di 320.000 dosi in dieci paesi dello Spazio economico europeo (SEE), che conta 30 membri.

Polonia e Paesi Bassi costituivano la maggior parte dei carichi, rispettivamente con 117.600 e 79.200 dosi. Questa è solo una piccola parte dei 134 milioni di dosi di vaccini COVID-19 consegnati da quando il lancio è iniziato quasi quattro mesi fa e rispetto alle spedizioni più grandi da Pfizer (PFE.N) -BioNTech (22UAy.DE) nel corso di quel periodo.

Ma l’arrivo del quarto vaccino autorizzato per l’uso in Europa offre speranza mentre i governi si affrettano a sparare alle armi dopo un inizio lento afflitto da problemi di produzione e paure per la sicurezza. La regione sta anche combattendo un picco di infezioni che hanno costretto alcuni paesi a reimporre i blocchi.

J&J consegnerà 55 milioni di dosi del suo vaccino nell’UE entro la fine di giugno.

I nuovi arrivi arrivano dopo che l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha dichiarato martedì di aver trovato un possibile collegamento tra il vaccino di J&J e rari problemi di coagulazione del sangue negli adulti che hanno ricevuto dosi negli Stati Uniti, ma ha affermato che i benefici del vaccino monodose superano i suoi rischi.

J&J ha detto martedì che riprenderanno le spedizioni in seguito alla notizia, ma non ha fornito dettagli sui tempi. Ha sospeso le spedizioni martedì scorso, a pochi giorni dal lancio nell’UE dopo che le autorità di regolamentazione degli Stati Uniti e dell’UE hanno lanciato una sonda su rari coaguli di sangue cerebrale, combinati con un basso numero di piastrine, che sono stati segnalati in sei donne che avevano ricevuto l’iniezione.

Pochissime dosi erano state somministrate nell’UE prima della sospensione delle spedizioni. Mentre l’EMA ha affermato di considerare il vaccino sicuro, ha lasciato che gli Stati membri dell’Unione europea decidessero come usarlo, assumendo una posizione simile a quella con il colpo rivale di AstraZeneca.

Gli esperti hanno avvertito che il controllo dell’Astra e ora il colpo di J&J può mettere in crisi la fiducia nei vaccini anche se i casi di coagulazione sono estremamente rari.

Il ministero della Salute italiano ha raccomandato di utilizzare il vaccino J&J per le persone di età superiore ai 60 anni. Oggi 22 aprile ci sono state le prime somministrazioni del vaccino Johnson & Johnson in Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui