Home Lavoro Mercato del Lavoro Si guadagna davvero ad essere freelance?

Si guadagna davvero ad essere freelance?

Lavorare da casa può essere molto conveniente sia per il lavoratore che per l’azienda anche se in Italia esiste un blocco culturale che impedisce di vedere sempre i lati positivi di questa gestione autonoma della produzione. Ecco quali sono invece i vantaggi del telelavoro. 

Lavorare da casa vuol dire poter gestire il lavoro nei momenti migliori della giornata, quando si è più produttivi senza necessariamente doversi spostare per raggiungere un ufficio magari facendo la guerra con il traffico e le condizioni atmosferiche avverse. Più relax vuol dire anche maggiore produttività. Le aziende però tendono a legare la produttività al rispetto degli orari d’ufficio come se si potesse essere produttivi soltanto dalle 9 alle 18 facendo una breve pausa pranzo di 1 ora.

L’esercito dei freelance

Rispetto al lavoro da freelance c’è molta disinformazione. Soprattutto in relazione ai contratti possibili. Per esempio bisogna ricordare che il lavoro online può essere svolto secondo 3 forme di inquadramento:

  • come lavoratore dipendente nel settore pubblico o privato;
  • come lavoratore autonomo, che svolge lavoro per conto terzi;
  • come lavoro part time e quindi come fonte di guadagno aggiunta a quella principale.

Ci sono poi delle professioni che più di altre possono essere svolte da casa facendo arrotondare o guadagnare più di quanto di speri. Si va da lavoro online di inserimento dei dati, ai lavori di traduzione di testi, alle pubblicazioni di e-book, ai lavori informatici di programmazione dei software e di grafica, alla gestione dei clienti, ai servizi di customer care, alla formazione e all’insegnamento online (e-learning). E ancora, ai servizi telematici di vendita, ai lavori di contabilità, alle mansioni di segreteria e a tutte le nuove professioni che sono nate in seguito all’avvento di Internet e del Web (Web Master, Web Designer, Web Content Manager, Social Media Manager, SEO e SEM Expert, Web Marketing Manager, Blogger, per citarne solo alcuni).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui